Scattata per la prima volta la foto di un buco nero: “Scatto del secolo”

Lo "scatto del secolo", così come è stato definito, immortala per sempre un buco nero in una foto. Tutto merito dell'Event Horizon Telescope.

foto di un buco nero
foto di un buco nero

Un buco nero è stato immortalato per la prima volta in una foto. Questa impresa è stata definita ‘lo scatto del secolo’. Tutto merito dell’Event Horizon Telescope. Anche l’Italia ha una parte del merito, avendo partecipato con Inaf e Infn. Il risultato, con fotografie annesse, è stato pubblicato in un numero speciale di The Astrophysical Journal Letters.

La foto del buco nero

La fotografia immortala il buco nero al centro di Messier 87, un’enorme galassia situata nel vicino ammasso della Vergine. Questa è la prima prova visiva di un buco nero e della sua ombra.

Con una massa equivalente a 6,5 miliardi di masse solari, il buco nero si trova a
55 milioni di anni luce dalla Terra. “Questo – fanno sapere gli scopritori in una nota – è il risultato di anni di collaborazione internazionale. Offre agli scienziati un nuovo modo di studiare gli oggetti più estremi dell’universo previsti dalla teoria della relatività generale di Einstein, proprio nell’anno del centenario dell’esperimento storico che per primo ha confermato questa teoria”.

Cinque italiani dietro lo scatto

Nella squadra che ha lavorato per l’acquisizione delle “foto che entrerà nella storia” ci sono anche 5 italiani. Due donne, Mariafelicia De Laurentis e Elisabetta Liuzzo, rispettivamente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e di dell’Istituto Nazionale di Astrofisica di Bologna. E tre gli uomini: Luciano Rezzolla, docente di astrofisica teoretica all’Università Goethe di Francoforte, Roberto Neri dell’Istituto di radioastronomia millimetrica di Grenoble e Ciriaco Goddi dell’Università di Leida.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.