“Ascolto” e comunicazione in rete: nessuno dà mai le risposte che cerchi

Ogni sito, ogni Ente, ogni Società che produca o presti è in internet, con i più avanzati sistemi di comunicazione, ma comunicare con loro è spesso difficile.

No replay
No replay

Internet ha tutte le porte aperte: puoi informarti, chiedere, fare domande, anzi sei espressamente invitato a farlo: dì quello che ti serve o ti va, commenta… poi, o non rispondono, o sei tu che sbagli a scrivere le richieste, e alla fine… “NO reply”.

Un varco aperto che diventa una tagliola. Ogni sito, ogni Ente, ogni Società che produca o presti (servizi o denaro) è in internet, con i più avanzati sistemi di comunicazione: ti dice quello che fa, cosa produce, chi è l’amministratore e il Consiglio che la gestisce, dov’è la sede con indirizzi, cap e numeri di telefono. E la mail, cui puoi, se vuoi o ne hai bisogno, rivolgere le tue domande, ogni richiesta, informazioni, notizie non apparse dopo i vari clikkaggi sui pulsanti delle diverse caselle che hanno preparato per farti sapere tutto di loro.

L’invito al contatto

L’invito al contatto spesso è differenziato: puoi scrivere una lettera, telefonare al numero verde a spese loro, o a quello col prefisso indicato a spese tue, chattare con un o una operatrice loro. Ma spesso è un call-center che risponde e parla dall’Albania o dalla Slovenia in perfetto italiano o da Crotone con accento stretto di Calabria. Puoi anche inviare “una mail”. E qui, con l’asino caschi anche tu, perché non sai che il contatto è riservato agli adulatori, a chi si complimenta e congratula, non a chi reclama o tenta di sapere perché: a quelli cade subito la linea dopo qualche squilletto d’avvertimento che conclude il vuoto di presenza, di voce e d’ascolto.

A quelli che vorrebbero parlare con qualcuno per esporre qualche problema, o semplicemente chiedere cosa fare per qualsiasi semplicissima cosa, comincia un percorso di gara in slalom, contro il tempo prima di tutto, poi contro macchine e sistemi organizzati per risponderti non parlando, ma facendoti affrontare un duro, lungo cammino attraverso un percorso a tappe programmato apposta per indurti a lasciar perdere. Se decidi di non farlo perché senti il bisogno impellente di trovare una soluzione, o perché sei così infuriato che te devi sfogà, dopo un’altra serie di giravolte e clik di avvicinamento arrivi finalmente alla scelta tra la chat o una mail che, ti raccomandano sia esauriente e il più dettagliata possibile. La chat è persa perché ormai sei fuori orario, il personale ha chiuso.

Il ritardo nelle risposte

La mail che ti affretti a scrivere avrà però risposta solo domani, perché non è una chat. La risposta, l’indomani, in orario d’ufficio, arriva puntuale: l’orario delle corse che vorresti avere per conoscere tutte le corse della giornata e che sul tuo computer non si apre, non  te lo mandano: se non si vede è colpa del tuo computer, o del sistema installato o di un virus che impedisce e che ti sei beccato tu. Per loro il sito funziona, è a posto. E non insistere “NO REPLY”.

Così non saprai in quali ore passano i bus, a meno di fermarti… alla fermata.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.