People-Prima le persone, la manifestazione in corso a Milano

Sabato 2 marzo, Milano: è in corso la manifestazione People - Prima le persone. L'iniziativa pubblica rappresenta un appello a tutti gli italiani per dire che è necessario ritornare a pensare alle persone e a metterle al centro delle scelte globali.

E' in corso la manifestazione a Milano

Sabato 2 marzo, Milano. E’ oggi che ha luogo la manifestazione People – Prima le persone. L’iniziativa pubblica rappresenta un appello a tutti gli italiani per dire che è necessario ritornare a pensare alle persone e a metterle al centro delle scelte globali. Inclusione e pari opportunità per un Paese senza muri: questo il modello di vita quotidiano che deve, per gli organizzatori, seguire la politica.

[su_custom_gallery source=”media: 423134,423108,423107,423106,423105,423104,423103,423102,423101,423100,423099,423098″]

“Alimentare odio”

Secondo gli organizzatori e i promotori, la politica della paura e la cultura della discriminazione vengono perseguite per alimentare l’odio e per creare cittadini e cittadine di serie A e di serie B. People-Prima le persone riconosce, al contrario, come unici nemici la diseguaglianza, lo sfruttamento, la condizione di precarietà.

Le differenze tra la gente, ogni differenza – l’etnia, la condizione sociale, la religione, l’orientamento sessuale – sono da intendersi come un’opportunità di miglioramento e non come un’occasione per creare nuove persone da segregare.

I People

Così si definiscono i People, un gruppo di persone che si batte per i diritti e per l’inclusione. Antirazzisti, antifascisti e convinti che la diversità sia un valore e una ricchezza.

Nel ribadire “Prima le Persone” dichiarano che servono, in Italia e in Europa, politiche sociali nuove ed efficaci. Politiche per il lavoro, per la casa, per i diritti delle donne, per la scuola a tutela delle persone con disabilità.

La manifestazione

A Milano, secondo le stime dell’assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino , stanno partecipando alla manifestazione circa 200mila persone. 

I partecipanti

Apre il corteo uno striscione giallo con il nome dell’evento. Lo portano gli scout, e accanto a loro il sindaco di Milano Giuseppe Sala. Che spiega: “E’ un momento di grande cambiamento per il Paese, è questa la nostra visione dell’Italia. Uno spartiacque per la società”. Presenti anche i segretari della Cgil Landini, della Uil Barbagallo, i governatori della Toscana Rossi e del Lazio Zingaretti. Ma non solo esponenti politici: anche molte le famiglie con bambini sono arrivate per la coloratissima manifestazione. 

Il manifesto di People – prima le persone

 “Una grande iniziativa pubblica per dire che vogliamo un mondo che metta al centro le persone. La politica della paura e la cultura della discriminazione viene sistematicamente perseguita per alimentare l’odio e creare cittadini e cittadine di serie A e di serie B. Per noi, invece, il nemico è la diseguaglianza, lo sfruttamento, la condizione di precarietà”.

“Crediamo che la buona politica debba essere fondata sull’affermazione dei diritti umani, sociali e civili. Perché pensiamo che le differenze – legate al genere, all’etnia, alla condizione sociale, alla religione, all’orientamento sessuale, alla nazione di provenienza e persino alla salute, non debbano mai diventare un’occasione per creare nuove persone da segregare, nemici da perseguire e ghettizzare o individui da emarginare. Noi siamo per i diritti e per l’inclusione. Noi siamo antirazzisti, antifascisti e convinti che la diversità sia un valore e una ricchezza culturale”. Questo il manifesto del corteo che si sta svolgendo a Milano.

“E nel ribadire Prima le Persone diciamo che servono, in Italia e in Europa, politiche sociali nuove ed efficaci, per il lavoro, per la casa, per i diritti delle donne, per la scuola e a tutela delle persone con disabilità. Noi ci battiamo per il riscatto dei più deboli e per scelte radicalmente diverse da quelle compiute sino a oggi in materia di immigrazione, politiche di inclusione, lotta alle diseguaglianze e alla povertà”.


Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.