Opere trafugate dai nazisti, ecco dove è nascosto il ‘Vaso di Fiori’

Il direttore degli Uffizi, intervenendo nel pomeriggio del 2 gennaio a “La vita in diretta” su Raiuno, si è rivolto direttamente alla famiglia tedesca che detiene l’opera

Il direttore degli Uffizi e un'immagine che raffigura il quadro rubato
Il direttore degli Uffizi e un'immagine che raffigura il quadro rubato

Sono molte le opere d’arte trafugate dai nazisti in Italia che ancora attendono di essere ritrovate e riportate a casa. Una lettera proverebbe che un soldato tedesco delle Seconda guerra mondiale, il caporale Herbert Stock, aveva inviato alla moglie il quadro Vaso di Fiori di Jan va Huysum (1682-1749) tra i capolavori evacuati dagli Uffizi nelle ville della campagna fiorentina. Lo ha svelato un reportage del settimanale tedesco Der Spiegel. Il 17 luglio 1944 Stock scriveva alla moglie Magdalena avvisandola che le avrebbe inviato la tela: “Ho un bel dipinto, fiori su tela. Lo spedisco. Starebbe bene in una cornice dorata”. Così, l’opera dovrebbe essere passata degli Uffizi alla sua città, Halle an der Saale, in Sassonia, vicina a Lipsia. Questa è l’ultima traccia certa su dove sia stato il quadro poiché poi. Sulla vicenda c’è un’inchiesta della procura di Firenze e gli Uffizi stanno chiedendo la restituzione alla Germania. Il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, ha voluto rivolgersi direttamente alla famiglia tedesca che lo detiene e che, nel tempo, attraverso vari intermediari, ha cercato di rivenderlo allo Stato italiano.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.