Sala: “Ricandidatura? Ci sto pensando”

Beppe Sala ha parlato della sua possibile ricandidatura a sindaco di Milano. "E' una questione di consapevolezza delle tante cose che ci sono da fare".

Sala a capo della task force per la ripresa post-Coronavirus
Foto: Twitter

Beppe Sala ha parlato della sua possibile ricandidatura a sindaco di Milano. “E’ una questione di consapevolezza delle tante cose che ci sono da fare e anche del fatto che mancano 9 mesi, sono tantissimi. La priorità è stare molto molto concentrati su Milano, sto lavorando con la giunta anche per preparare comunque un percorso che, come spiegherò nei prossimi giorni, è già ampiamente avviato. Ma è anche il momento di raccogliere le opinioni, i pensieri dei milanesi, perché ora credo che sia necessario davvero un pensiero collettivo, perché questa è la forza della città”.

Le parole di Sala

“Troveremo delle formule per sottoporre anche ai milanesi il nostro progetto di città, per coinvolgere il più possibile. Questo è il lavoro che faremo nei prossimi mesi. Quello che voglio dimostrare è che c’è tanto e che non è assolutamente vero che i nostri cassetti sono vuoti, anzi, sono densi di una serie di cose da fare. Quello che vorrei spiegare ai milanesi è che c’è tantissimo su cui si è già fatto dei passi avanti, progettato, su cui si raccoglierà nei prossimi cinque anni e sentire la loro opinione. Ricandidatura? E’ da escludere che non ci stia pensando, sto facendo delle valutazioni che hanno carattere personale. In questo momento il mio pensiero è che è molto meglio che io stia sul pezzo, che stia concentrato”.

Scuole

“Noi siamo pronti per far rispettare le regole. La cosa che un po’ mi aspetto e mi preoccupa è che ritornare all’80% della capienza dei mezzi pubblici di trasporto vuol dire ritornare in una situazione in cui la percezione è di mezzi sostanzialmente pieni, mi aspetto che in tanti si lamenteranno. Però voglio garantire che noi stiamo rispettando le regole, per questo lavoreremo con precisione per rispettarle. È un salto logico importante, vedremo quello che succederà, ma d’altro canto, io sono tra quelli che condividono l’idea che è il momento di cercare una forma di normalità. Il tutto nella speranza che un vaccino arrivi presto”, ha concluso Sala.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.