Briatore ricoverato in condizioni stabili

Flavio Briatore è ricoverato all'ospedale San Raffaele di Milano per accertamenti. In particolare, si trova isolato nel reparto solventi con sintomi di polmonite.

Flavio Briatore
Flavio Briatore

Flavio Briatore è ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano per accertamenti. In particolare, si trova isolato nel reparto solventi con sintomi di polmonite.

Le condizioni di Briatore

“Le condizioni di Flavio Briatore sono assolutamente stabili e buone e lo stesso tiene a ringraziare per le tante manifestazioni di affetto e interesse alla sua salute ricevute in queste ore. Briatore domenica sera, accusando una leggera febbre e sintomi di sposatezza, si è recato all’Ospedale San Raffaele di Milano per un controllo. L’imprenditore è stato ricoverato, è stato sottoposto ad un check up generale e resta sotto controllo medico”, comunica il suo staff.

Ordinanza

Flavio Briatore in un’intervista all’Adnkronos aveva fatto il punto della situazione dopo le nuove misure contro il Coronavirus. “Questo è un provvedimento acchiappa voti, perché le discoteche non sono chiuse, loro non hanno il coraggio per chiuderle: le hanno lasciate aperte impedendo però di andarci a ballare che poi è un po’ come tenere aperti i ristoranti impedendo alla gente di andarci a mangiare”.

Discoteche

“Sulle discoteche hanno voluto mettere il naso tutti, a partite dai media che hanno fatto omelie giornaliere sul tema. Anche la ministra delle Politiche agricole ha parlato di discoteche il che è ridicolo: mentre sui braccianti non ci sono controlli, e lì evidentemente per lei va tutto bene, si mette a parlare di discoteche. La verità è che qui i giovani li vogliamo sempre criminalizzare in questo Paese e del resto questo governo non ha mai fatto niente per loro. Per fortuna in Italia abbiamo solo due attività e tutte e due hanno funzionato bene. Anche a Monaco le discoteche sono chiuse, si è trattato però di una regola chiara fatta fin dall’inizio ed è finita lì. Qui invece non si rendono conto di come si prendono le decisioni. Ad esempio la gente che abbiamo assunto per la stagione che fine farà? Quei ragazzi lì dove li mettiamo? La marcia indietro a metà stagione è chiaramente un problema”, ha concluso Briatore.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.