Easyjet, maxi attacco hacker: compromessi dati personali di 9 mln di clienti

La compagnia aerea inglese Easyjet ha subito un attacco da parte di hacker che hanno avuto accesso a indirizzi mail e dettagli di viaggi di circa 9 milioni di passeggeri.

Easyjet, intercettati dati di 9 milioni di passeggeri

Easyjet ha reso noto di aver subito un attacco hacker “molto sofistico”, che ha compromesso i dati personali di circa 9 milioni di passeggeri. Gli hacker, nello specifico, hanno avuto accesso agli indirizzi e-mail e ai dettagli di viaggio.

Ma non solo: la compagnia aerea britannica, alle prese anche con gravi problemi finanziari causati dall’emergenza coronavirus, ha evidenziato in un comunicato che gli hacker hanno potuto accedere anche alle carte di credito di 2.208 persone.

“Prendiamo molto sul serio – ha dichiarato l’azienda – le questioni di sicurezza e continueremo ad investire per migliorare ulteriormente il nostro ambiente. Abbiamo fermato gli accessi non autorizzati. Stiamo già contattando i clienti coinvolti ed è stato offerto loro supporto “.

L’indagine

Nello stesso comunicato, Easyjet ha spiegato anche che si è impegnata nell’effettuare un’indagine per capire cosa sia successo nel dettaglio. Per questa ragione, ha deciso di chiedere aiuto alle forze dell’ordine e al National Cyber Security Center e sta contattando i clienti, consigliando la massima prudenza: “Non appena abbiamo scoperto l’attacco, abbiamo compiuto immediatamente i passi necessari per rispondere e gestire l’incidente e abbiamo chiesto a esperti forensi di indagare sulla questione”.

In ogni caso, non è la prima volta che una compagnia aerea britannica subisce un attacco hacker. Nel 2018, ad esempio, British Airways ha subito il furto di dati di centinaia di migliaia di carte di credito di clienti, subendo poi una multa di 240 milioni per la mancata difesa della privacy. Sempre nel 2018, anche Cathay Pacific ha dichiarato di aver subito il furto di dati di più di 9 milioni di clienti: nome, data di nascita, recapiti telefonici, e-mail.