Coronavirus, ordina un caffè e lo paga 50 euro: “E’ il minimo che possa fare”

caffè
Impiegato 19enne offre ai colleghi caffè con Lds perché "avevano troppa energia negativa"

Da oggi, grazie al nuovo Dpcm firmato dal Premier Conte, hanno ripreso la propria attività anche bar e ristoranti, che hanno rialzato le serrande dopo più di 50 giorni a causa del Coronavirus. E chi può aiuta i lavoratori che stanno attraversando momenti complicati.

La vicenda in un bar a Marsala

Primo giorno di riapertura per molti bar e ristoranti in Italia, che nella giornata di oggi hanno ripreso la loro attività. E a Marsala, in provincia di Trapani, è capitata una vicenda particolare. Un cliente abituale di un bar in Via Roma, infatti, ha colto l’occasione della riapertura del locale, dopo la chiusura obbligata per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

Ordinato il caffè, il cliente, al momento di pagare, consegna alla cassiera una banconota da 50 euro, senza voler però ricevere il resto. L’uomo ha spiegato alla cassiera: “Tieni pure il resto. Siete rimasti chiusi per 50 giorni, è il minimo che possa fare“.

Il protagonista della storia si è poi congedato: “Sono una persona fortunata. Ho uno stipendio da dipendente pubblico, che è pagato dalle tasse che anche tu versi. A domani”.