Terremoto a Roma all’alba: tanta paura ma niente danni

Terremoto a Roma all'alba: tanta paura ma niente danni. Alle 5.03 una scossa di magnitudo 3.3 con epicentro a 11km dalla Capitale

Terremoto a Roma all'alba: tanta paura ma niente danni
Terremoto a Roma - foto da Fb Ingv terremoti

Terremoto a Roma all’alba: tanta paura ma niente danni. Un terremoto all’alba a Roma. Alle 5.03 della mattina una scossa di magnitudo 3.3 con epicentro a 5 chilometri da Fonte Nuova sulla via Nomentana, Nord-est della Capitale, è stata avvertita nettamente in tutta la città. Alcune persone sono scese in strada, moltissime le chiamate alle forze dell’ordine, ma niente danni. “Al momento alle sale operative dei Vigili del fuoco non sono giunte richieste di soccorso né segnalazione di danni”, spiegano dai Vvf. L’Ingv ha localizzato la scossa ad un profondità di circa 10 km: sui social molti utenti hanno raccontato il risveglio spaventoso, descrivendo una scossa breve ma molto intensa, preceduta da una sorta di boato.

Terremoto a Roma all’alba: tanta paura ma niente danni

A incrementare la paura anche un piccolo temporale notturno, con vento, pioggia e tuoni e parecchio violento nella zona Est della città. Il sisma è stato avvertito maggiormente nei centri della provincia come Tivoli e Guidonia, vicini a Fonte Nuova, ma anche nel centro storico e ai Castelli Romani. I Comuni compresi entro 20 km dall’epicentro del sisma sono stati Fonte Nuova (a 5 km), Mentana (9), Monterotondo (10), Roma (11), Guidonia (13), Sant’Angelo Romano (14), Riano (15), Ciampino (18), Tivoli (18), Castelnuovo di Porto (19), Sacrofano (19), Palombara Sabina (19), Frascati (20), Formello (20) e Capena (20).