Coronavirus, Gualtieri promette 155 miliardi: “Sono necessari”

Coronavirus, Gualtieri promette 155 miliardi: "Sono necessari". E il governo è unito sul negoziato europeo, ribadisce il titolare del Mef

Coronavirus, Gualtieri promette 155 miliardi: “Sono necessari”. Per fronteggiare la crisi provocata dall’emergenza Covid-19 il governo “attiverà 155 miliardi di saldo netto da finanziare e 55 miliardi in termini di deficit. Sono risorse imponenti ma necessarie“. A dirlo, in un colloquio con ‘La Stampa’, è il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. “Perché occorre non solo rifinanziare gli ammortizzatori sociali e gli strumenti di supporto al reddito, e garantire una forte iniezione di liquidità nel sistema, anche con l’immediato pagamento di 12 miliardi di crediti verso la Pubblica Amministrazione”, aggiunge il ministro.

Coronavirus, Gualtieri promette 155 miliardi: “Sono necessari”

“Oltre a questo – continua Gualtieri – è necessario attivare un corposo sostegno alle imprese, aiutandone la capitalizzazione e contribuendo ad assorbirne le perdite con strumenti specifici tarati sulle loro diverse dimensioni. In parallelo – dice ancora – vogliamo anche intervenire per realizzare una drastica semplificazione delle procedure amministrative e per favorire il rilancio degli investimenti pubblici e privati, anche con strumenti molto innovativi. Il decreto completerà e rafforzerà le misure del Cura Italia e del decreto liquidità, e al tempo stesso avrà un forte sguardo alla ripartenza”, afferma Gualtieri. Quanto alla trattativa in sede Ue, “il governo è unito. Abbiamo detto fin dall’inizio che per l’Italia è necessario il finanziamento comune di spese comuni, di qui la centralità della battaglia sul Recovery Fund. Il Mes è solo uno degli strumenti in campo e non il principale e ha la funzione di rete di sicurezza”, conclude.