Bertolaso: “Programmare il futuro, un Covid center in ogni regione”

"Finché ci sarà una persona con il Covid-19 la questione riguarderà tutta la Nazione" - sono le parole dell'ex capo della Protezione Civile

Bertolaso
Foto; Facebook

Guido Bertolaso ha ormai superato il periodo più difficile che lo ha costretto a stare ricoverato in ospedale dopo che gli era stata rilevata la posibilità al Coronavirus ed è tornato operativo nel supporto che sta dando alla Regione Marche e Lombardia.

Anche l’ex capo della Protezione Civile ritiene che sia necessario lavorare già in questo periodo per programmare la Fase 2, ma non bisogna pensare che tutto sia ormai alle spalle: “È giusto che il Governo studi misure per avviare la fase 2 in tempi rapidi per far ripartire il Paese e che la comunità scientifica individui misure di cautela da adottare, ma questo non significa che l’epidemia sarà finita” – ha detto a Civitanova Marche Guido Bertolaso, che sta seguendo il progetto di riconvertire la Fiera in una struttura per la terapia intensiva per pazienti covid. “Servirà massima precauzione, mentre il mondo industriale ripartirà con le dovute cautele, i cittadini si rilasseranno, le istituzioni, quindi, dovranno ancora di più alzare il livello di guardia”.

Bertolaso vuole strutture no-Covid

Proprio per questo si dovrà operare anche in via preventiva per evitare che possano esserci nuove ondate di contagio, aspetto che gli esperti non escludono.

Dovremmo avere delle strutture sanitarie dedicate a una eventuale nuova situazione di gestione del Covid 19 in modo da evitare che tutti gli ospedali tornino a essere paralizzati dalla pandemia – sono le parole di Bertolaso -. Le istituzioni dovranno lavorare su strutture come questa di Civitanova e di Milano, perché è verosimile ipotizzare che al prossimo inverno oltre alle solite epidemie influenzali si aggiungano anche situazioni legate al coronavirus. Non possiamo permetterci a livello mondiale di rivivere quello che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo in questi mesi. Finché ci sarà una persona con il Covid-19 la questione riguarderà tutta la Nazione“.

Gli esempi di Milano e Civitanova

Il centro realizzato nella Fiera di Milano e questo di Civitanova Marche tra alcuni mesi verranno visitati dalle istituzioni di tutto il mondo per capire come si organizza una struttura per la lotta al Covid-19 – ha ribadito Bertolaso -. A questo progetto apportiamo alcune modifiche sulla scorta dell’esperienza di Milano e del mio essere stato anche paziente, dato che sono stato contagiato dal virus. Questa, come quella di Milano – ha detto ancora – sarà una struttura talmente innovativa che adesso qualcuno fa fatica ad apprezzare e quindi è soggetta a facile critiche, ma che verranno smontate dal tempo”.