Italia, Protezione Civile: scende ancora la curva dei contagi

E' l'incremento più basso che si verifica dal 10 marzo, data in cui era stata decisa la chiusura delle attività non essenziali

curva contagi
Foto: Pixabay

La prima buona notizia è che per il terzo giorno consecutivo diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva, mentre i nuovi deceduti sono 636. Ad oggi sono stati riscontrati 135.586 casi Italia, e sono in calo anche i nuovi casi (3.039). Si può quindi sottolineare come si possa considerare questo il periodo di discesa dell’emergenza.

Curva contagi – Calano in maniera decisa i ricoveri

Sale a 135.586 il numero di casi totali di coronavirus in Italia, un aumento di 3.039 su ieri: si conferma dunque il trend in calo, visto che ieri l’aumento era stato di 3.599 unità e domenica addirittura di 4.316. In un giorno si contano 604 decessi (ieri erano stati 636), mentre i guariti aumentano di 1.555 (ieri di 1.022), il secondo valore più alto di sempre. Per questo il numero delle persone attualmente malate aumenta solo di 880 unità, contro le 1.941 di ieri: l’incremento più basso dal 10 marzo. E la data è cruciale, visto che in quel giorno è stata decisa la chiusura delle attività commerciali.

Ma spicca in particolare il dato dei ricoveri, già in flessione da giorni. Oggi si registrano 258 ricoverati con sintomi in meno (ieri erano aumentati di 27) e ben 106 ricoverati in terapia intensiva in meno (anche ieri erano diminuiti, di 79). In totale, sono 94.067 le persone attualmente positive, 17.127 i decessi, 24.392 i guariti.

Unico aspetto negativo è dato dal numero degli operatori sanitari contagiati, che risultano ora ben 12.681.