Bertolaso dimesso dall’ospedale: “Grazie a medici e infermieri”

Il consulente della Regione Lombardia era stato ricoverato il 25 marzo al San Raffaele dopo che era risultato positivo al Coronavirus

Bertolaso
Foto: Twitter

A distanza di quasi due settimane, Guido Bertolaso, ora consulente della Regione Lombardia per l’emergenza Coronavirus, è stato dimesso dall’ospedale. L’ex capo della Protezione Civile era stato infatti ricoverato lo scorso 25 marzo al San Raffaele di Milano, all’indomani della comunicazione della sua positività al Coronavirus per far sì che la sua situazione potesse essere tenuta sotto controllo.

Ora che il peggio sembra essere passato, l’uomo ha voluto ringraziare il personale medico che lo ha seguito in questi giorni: “Ringrazio tutti i medici e gli infermieri, orgoglio del nostro Paese, uomini e donne che combattono in prima linea pagando spesso con la vita – ha scritto sul suo profilo social -. Grazie per tutti i numerosi messaggi di affetto che mi avete inviato in questi giorni. Ora forza, c’è ancora tanto da fare. L’Italia ha bisogno dell’aiuto di tutti”.

Bertolaso a breve incontrerà Fontana

“L’ho sentito e ci siamo ripromessi che ci vedremo presto personalmente – sono le parole del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana -. Mi è sembrato in buona forma e mi ha detto che aveva voglia di prendere un po’ di aria e di mangiare un bel piatto di pastasciutta. Ancora una volta l’ho ringraziato per il decisivo e prezioso lavoro che ha fornito alla Lombardia, ma più in generale all’Italia intera, per il contrasto al virus. Il suo impegno, anche durante la malattia è stato costante e ha contribuito a raggiungere l’incredibile obiettivo di realizzare l’ospedale della Fiera di Milano in una decina di giorni”.