Fabrizio Corona, altro inciampo: riceve il suo personal trainer, diffidato

Fabrizio Corona, altro inciampo: riceve il suo personal trainer, diffidato. Il fotografo è tra l'altro agli arresti domiciliari

Il fotografo è tra l'altro agli arresti domiciliari
Fabrizio Corona - foto da Fb profilo ufficiale

Fabrizio Corona, altro inciampo: riceve il suo personal trainer, diffidato. Ha ricevuto in casa il suo personal trainer in barba alle regole sul distanziamento sociale previste dagli ultimi provvedimenti governativi per contenere l’emergenza Coronavirus che lo vietano. Per questo ieri mattina la polizia di Stato di Milano ha notificato a Corona una diffida emessa dal Tribunale di Sorveglianza, con la quale gli viene intimato il rispetto delle regole. La sliding door che negli anni lo ha visto uscire e rientrare in carcere per due volte lo scorso dicembre si è riaperta una terza. Il suo avvocato Ivano Chiesa è riuscito a convincere i giudici a concedergli i domiciliari: Corona ha ancora da scontare quattro anni.

Fabrizio Corona, altro inciampo: riceve il suo personal trainer, diffidato

Ma nei giorni scorsi è stato accertato come Corona, malgrado sia anche sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, abbia più volte fatto arrivare in casa il suo personal trainer, che è stato rintracciato nei pressi della sua abitazione e, per questo, multato per aver violato il divieto di spostamenti in assenza di comprovate necessità. Quale certamente questa non è. Corona è stato quindi diffidato formalmente al rispetto di “tutte le regole”, sia quelle attinenti alla sua misura cautelare, sia quelle riguardanti il distanziamento sociale, pena più gravi conseguenze. Pare peraltro che questa non sia l’unica violazione effettuata da Corona negli ultimi giorni: il 30 marzo era il suo compleanno e, stando ad alcune foto comparse sui social, il fotografo lo avrebbe festeggiato in casa con altre persone.