L’infettivologa: bene indossare tutti una mascherina chirurgica

L'infettivologa: bene indossare tutti una mascherina chirurgica, perché è quella che protegge gli altri dal contagio

L'infettivologa: bene indossare tutti una mascherina chirurgica
Mascherine di tipo chirurgico

L’infettivologa: bene indossare tutti una mascherina chirurgica. “Se tutti indossassero la mascherina, si limiterebbe il contagio” da coronavirus. Ma quale, sempre che se ne trovi una? “La mascherina chirurgica, che è impermeabile“, spiega in un’intervista al ‘Corriere della Sera’ Gloria Taliani, infettivologa del Policlinico Umberto I di Roma. Che a proposito dei dispositivi più sofisticati precisa: le mascherine Ffp2 e Ffp3 “sono usate dal personale medico, ma sono sconsigliate agli altri. Sono mascherine filtranti, al 90 e al 95%, con valvole a carboni attivi. Mentre la mascherina chirurgica protegge gli altri dalla nostra saliva, quelle filtranti proteggono noi da quello che c’è fuori: ma se siamo positivi e le indossiamo, rischiamo di diffondere il virus”.

L’infettivologa: bene indossare tutti una mascherina chirurgica

Allora la tanto bistrattata mascherina chirurgica è efficace? “Sì, offre una protezione totale, ma va saputa indossare – fa notare l’esperta – Deve essere appoggiata sotto il mento, legata, e deve coprire il naso. Deve restare ben aderente al viso. Ci sono persone che la indossano come una foglia di fico. C’è anche un rinforzo di metallo sul dorso del naso: se si lascia uno spazio aperto, le goccioline possono cadere e allora non serve a niente”. Ma si possono riusare? “L’ideale sarebbe cambiarle a ogni uso, ma se si vogliono riusare – raccomanda Taliani – bisogna lavarsi bene le mani, per non infettare gli oggetti”.