Migranti, Mediterranea ferma i salvataggi: “Addolorati ma non possiamo fare altro”

Migranti, Mediterranea ferma i salvataggi: "Addolorati ma non possiamo fare altro". Anche l'ong deve rispettare le misure restrittive anti-coronavirus

Migranti, Mediterranea torna in mare:
La nave Mare Jonio della Mediterranea (foto di repertorio)

Migranti, Mediterranea ferma i salvataggi: “Addolorati ma non possiamo fare altro”. A causa dell’emergenza coronavirus la ong Mediterranea Saving Humans sospende le missioni di salvataggio in mare dei migranti. “Una comunicazione inevitabile e difficile”, precisa l’organizzazione su Facebook, ma “lo svilupparsi della pandemia nella quale ci troviamo immersi, e le sacrosante misure adottate per tentare il contenimento del contagio, e per tentare di salvare le persone più fragili ed esposte, ci impone oggi di congelare l`attività operativa in mare”.

Migranti, Mediterranea ferma i salvataggi: “Addolorati ma non possiamo fare altro”

Una scelta fatta “per ragioni di obbligo e di scelta, che ci impongono di rispettare prescrizioni sanitarie e limiti negli spostamenti che rendono impraticabile per il nostro equipaggio raggiungere adesso Licata, porto di partenza della missione, e imbarcarsi in tempi ragionevoli, ma anche per valutazioni sulla sostenibilità generale della missione stessa in questo momento. Dunque, da qui la decisione di congelare la partenza della nostra missione in mare, monitorando giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, l’evolversi della situazione fino a quando l’emergenza Covid-19 renderà possibile tornare ad essere operativi”, prosegue Mediterranea.

“Gli effetti di questa scelta obbligata – spiega la ong – ci fanno soffrire, perché in mare c’è chi rischia la morte ogni giorno. Dopo tre settimane di maltempo, le partenze sono inevitabilmente ricominciate. Unico sollievo è la possibile, speriamo, presenza operativa nel Mediterraneo Centrale in questo periodo di altri assetti della società civile, di quella che chiamiamo ‘Civil Fleet’, e a cui daremo ogni supporto possibile”.