Milano, alloggi forniti dal Comune per chi è in quarantena

La misura è stata decisa attraverso un'ordinanza firmata dal sindaco Sala

alloggi
Foto: Pixabay

Per chi risulta positivo al Coronavirus, pur non avendo sintomi, o ha avuto contatti con qualcuno che ha contratto il morbo diventa indispensabile mettersi in quarantena volontaria. A volte, però, non è così semplice riuscire a rispettare la norma soprattutto se si vive con altri familiari e non si ha un’abitazione dalle dimensioni particolarmente grandi. Il Comune di Milano ha così deciso di venire in aiuto dei cittadini che si trovano in questa situazione e mette a disposizione una serie di alloggi liberi di sua proprietà. Si tratta di realtà abitative non destinate a edilizia popolare che consentiranno di mettere in atto l’isolamento a chi non può farlo nella propria casa.

Il sindaco Sala mette a disposizione gli alloggi

Tutto questo è reso possibile grazie a una delle misure contenute nell’Ordinanza firmata oggi dal sindaco Giuseppe Sala. In una nota del Comune si precisa che potranno essere utilizzati anche immobili comunali o parti di essi, concessi a terzi e non utilizzati, in accordo con le organizzazioni che li hanno al momento in gestione.

Palazzo Marino non si limita però a questo: è stato infatti disposto il differimento del termine di pagamento di canoni e spese degli alloggi popolari del Comune al prossimo 30 settembre, con possibilità, per chi ne ha la necessità, di chiedere la rateizzazione tenendo conto le situazioni economiche dei nuclei familiari.