Lombardia, nuovo ospedale in Fiera Milano in tempi rapidi

Si punta a realizzare una realtà di 400 posti, che potrà essere un punto di riferimento per tutto il Paese

ospedale in Fiera Milano
Foto: Pixabay

Ci sarà un nuovo ospedale in Fiera Milano? La risposta è affermativa. Il numero dei contagiati da Coronavirus, anche in Lombardia, resta particolarmente elevato ma, come rivilevato dal presidente Fontana, pur essendoci un incremento, questo risulta minore a quanto accaduto nei giorni scorsi. La situazione impone però di operare con la massima cautela e solo nei prossimi giorni capiremo se le misure adottate potranno essersi rivelate efficaci. Le strutture della regione sono però ormai vicini al collasso ed è per questo che il Governatore e i suoi collaboratori insistono sulla necessità di realizzare un ospedale ad hoc in Fiera. In attesa che arrivi il via libera dal governo, ci si sta muovendo comunque e già a breve potremmo vedere l’opera finita. Agire in tempi brevi è fondamentale.

L’ospedale è necessario: Fontana va avanti

Proprio in serata Fontana, insieme al consulente Guido Bertolaso, ha effettuato un sopralluogo sul posto in zona Fiera. “Noi partiamo comunque – ha detto il presidente -. Ho incontrato il dottor Guido Bertolaso nel mio ufficio in Regione. Con lui ci siamo scambiati le prime idee per capire in che modo poter raggiungere l`obiettivo della realizzazione dell`ospedale in Fiera. Poi, ci siamo recati in Fiera per un sopralluogo dove Bertolaso e i suoi collaboratori hanno potuto prendere visione della struttura per compiere i primi passi”.

L’ospedale “quando sarà realizzato potrà essere un punto di riferimento per il resto del nostro Paese”.

Una realtà da 400 posti

“Avrà quattrocento posti letto il nuovo ospedale che la Regione Lombardia progetta di creare nei padiglioni della Fiera di Milano. Si tratta di due padiglioni rispettivamente di 12 mila metri quadrati e di 13 mila metri quadrati, che sono dotate anche di un ristorante” – ha detto il presidente della Fondazione Fiera Enrico Pazzali.

Nessun problema anche per i fondi necessari per l’opera. “Sono arrivati tantissimi finanziamenti da privati anche di cifre importanti” con donazioni “di 500mila euro e 1 milione – ha detto l’assessore al Bilancio della Regione Lombardia Davide Caparini -. Quello che stiamo facendo servirà per tutto il paese – ha aggiunto – siamo entrati per primi in questa crisi, ne usciremo per primi e potremo dare il know how”.