Autocertificazione per spostamenti, ecco il modulo

Autocertificazione per spostamenti, ecco il modulo da produrre durante i controlli per dichiarare di stare effettuando uno spostamento non vietato dal decreto del governo

Ecco l'ultima versione del modulo per l'autocertificazione. E' anche decaduta la sanzione penale per gli inosservanti: ora ci sono 'solo' multe salate
Ecco l'ultima versione del modulo per l'autocertificazione. E' anche decaduta la sanzione penale per gli inosservanti: ora ci sono 'solo' multe salate

Autocertificazione per spostamenti, ecco il modulo. E’ sulla bocca di tutti l’autocertificazione, ossia il modulo che ogni cittadino dovrà produrre nel caso venga fermato per un controllo in questi giorni di piena emergenza da Coronavirus. Come recita il testo del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, pubblicato stamane sulla Gazzetta Ufficiale, deve essere evitato “ogni spostamento di persone fisiche in entrata e in uscita dai territori, nonché all’interno degli stessi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative (non più indifferibili) o situazioni di necessità o per motivi di salute che vanno dimostrate (pena art. 650 codice penale)”.

Autocertificazione per spostamenti, ecco il modulo

Lo stesso premier Giuseppe Conte nel suo discorso di ieri sera, ha sottolineato che le aziende sono invitate ad applicare ai propri dipendenti il cosiddetto smart working: “Si raccomanda a datori di lavoro pubblici e privati di promuovere la fruizione da parte dei dipendenti di periodi di congedo ordinario o ferie, ferma restando la modalità di lavoro agile disciplinata per tutto il territorio nazionale”. L’autocertificazione deve essere compilata sugli appositi moduli scaricabili online o forniti dalle forze dell’ordine e, se richiesta, dovrà essere mostrata anche nelle stazioni e negli aeroporti.