Coronavirus, tampone per il Papa? Nessuna conferma dal Vaticano

Il Santo Padre ha confermato durante l'Angelus di essere affetto da raffreddore e tosse

Papa
Foto: Wikipedia

L’allerta per il Coronavirus è certamente difficile da placare per molti di noi, ma la preoccupazione maggiore coinvolge gli anziani, categoria considerata a rischio. Nelle ultime ore si è diffusa l’indiscrezione che anche il Papa fosse stato sottoposto al tampone, ma per ora non sono arrivate conferme da parte del Vaticano. E’ stato lo stesso Pontefice a confermare di avere un leggero stato influenzale, al punto tale da avere deciso di limitare le udienze e di non prendere parte agli esercizi spirituali ad Ariccia, ma non si sa se questo abbia spinto i collaboratori del Santo Padre a verificare se questo stato di malessere fosse legata al morbo che ha avuto origine dalla Cina.

Raffreddore e tosse per il Papa

In occasione delle sue ultime uscite pubbliche era apparso evidente come Francesco non fosse in perfetta salute, pur riuscendo ad amministrare in prima persona senza problemi le celebrazioni.

“Vi chiedo un ricordo nella preghiera per gli Esercizi spirituali della Curia Romana. Purtroppo, il raffreddore mi costringe a non partecipare, quest’anno: seguirò da qui le meditazioni” – ha detto nel corso dell’ultimo Angelus.

In Vaticano comunque l’allerta resta massima, anche per proteggere i fedeli. I pellegrini vengono controllati prima dell’ingresso verificando che mantengano una distanza di sicurezza, anche se per ora non si segnala la presenza del termoscanner.