Coronavirus a Venezia: la Rai disinforma? Ecco il video

La giovane ha smentito tramite il suo canale YouTube un collegamento de La Vita in diretta in cui si parlava di una Piazza San Marco quasi deserta

Venezia
Foto: Pixabay

Gli aggiornamenti in Tv dedicato al Coronavirus sono ormai diventati un appuntamento imprescindibile, disponibili senza distinzioni di orario e praticamente su ogni canale. Ormai nessuno di noi può fare a meno di capire come si stia evolvendo la situazione, ma soprattutto come si possa agire per difendersi dal contagio.

In molti di noi hanno modificato la propria quotidianità e ridotto gli spostamenti, ma non sempre la situazione sarebbe come ci viene raccontato in Tv. A farsi portavoce di questa idea è Cristian Hristelle Piriddi, una veneziana che ha smentito quanto fatto dalla Rai nel corso della puntata de La Vita in diretta in onda Martedì Grasso. Quel giorno il format condotto da Lorella Cuccarini e Alberto Matano era in collegamento dalla città veneta per raccontare come si stesse vivendo il Carnevale in epoca di Coronavirus mostrando come le strade fossero per gran parte deserte. Non è mancato l’intervento di un passante, che ha detto: “Stiamo cercando di festeggiare comunque, anche se in tono sommesso”.

In reltà la situazione non sarebbe così drammatico.

La Rai fa disinformazione?

È stata proprio Cristina attraverso il suo profilo Facebook ad attaccare il programma. “A Venezia la situazione è tranquillissima, la gente è rimasta, soprattuto gli stranieri che sono molto più intelligenti e non credono alla televisione – ha sottolineato la giovane -. Non è vero che la piazza è vuota, stanno dicendo un sacco di cavolate. È scandalosa questa informazione della RAI!”.

Nella diretta si vede così Piazza San Marco dove sono presenti diversi turisti, alcuni anche in maschera.

Ad appoggiare Cristina c’è stato anche Red Ronnie, che non è stato particolarmente leggero nel suo commento: ” Ecco la prova di come la RAI abbia alimentato allarmismo e paura sul Coronavirus con servizi fake. In piazza San Marco hanno fatto un collegamento dove si sono inventati una piazza deserta, un carnevale finito in paura. Vicino a me hanno cancellato iI Cento Carnevale d’Europa di domenica, ma sono aperti centri commerciali, mercato e tutte le altre attività. Follia pura al potere, mista a incapacità totale”.

I commenti non sono passati inosservati dal giornalista Giuseppe Di Tommaso, che aveva curato il collegamento: ” “Sono stato attaccato da alcuni odiatori”.