Coronavirus, panico in Europa. Aumentano i contagi

In Francia gli infettati sono raddoppiati in un giorno. Tre nuovi casi in Gran Bretagna che sta pensando di chiudere le scuole per ben due mesi

Francia Coronavirus
Uno scatto dal Moscow Times

Il Coronavirus si sta diffondendo a macchia d’olio in tutto il mondo ed in Europa inizia a fare paura. Molti Paesi hanno deciso di adottare restrizioni e divieti d’ingresso ai viaggiatori che arrivano dai luoghi dove ci sono contagiati. In Francia nelle ultime 24 ore il numero si è raddoppiato, passando da 18 infetti a 38.

Gli esperti temono che la situazione possa diventare simile a quella italiana. Le misure di emergenza sono in atto. Un deputato francese di ritorno dalla Cina, sospettato di aver contratto il virus, è stata invitato a fare la quarantena di 14 giorni, anche se al momento non risulta contaminato.

Coronavirus: la situazione in Europa più nel singolo dettaglio

Tre nuovi casi in un giorno sono stati individuati nel Regno Unito. Sale a 16 il numero totale di persone infettate. Per contenere il contagio nel Paese il governo sta valutando diverse misure nel piano di emergenza, incluso il divieto di riunioni pubbliche. Prima di tutto si valuta la chiusura delle scuole che potrebbe essere di otto settimane, ossia due mesi.

Un nuovo caso anche ad Amburgo in Germania. Si tratta di un uomo che lavora nel reparto di pediatria dell’ospedale universitario della città, nel distretto di Eppendorf. Al 27 febbraio i malati nel Paese risultano essere 32.

Altri tre casi sono stati confermati a Austria: marito e moglie, che sono rientrata da poco da una vacanza in Italia del Nord. Anche un uomo di 72 anni ricoverato da dieci giorni in ospedale in condizioni gravi che non ha viaggiato all’estero.

In Olanda si hanno notizie di un caso di contagio. Si tratta di una persona a Tilburg, nel Sud, che era rientrata da poco dal Nord Italia.

Spagna, Svezia, Norvegia e Bielorussia

Il totale sono 24 i contagiati in Spagna, anche se due malati sono già stati dimessi essendo in buone condizioni. Di questi, un uomo di 77 anni ricoverato a Madrid risulta essere grave. Restano in quarantena 22 persone, tra cui 4 a Tenerife, 4 in Madrid, 3 a Barcellona, 8 nella regione di Valencia.

In Svezia i casi salgono a cinque. Tre si sono registrati nella parte occidentale del Paese. Anche la vicina Norvegia oggi registra tre casi, due collegati all’Italia ed uno all’Iran. In totale i casi di coronavirus nel Paese sono quattro.

La Bielorussia ha un caso. È uno studente iraniano rientrato la settimana scorsa passando per l’Azerbaigian. Questo contagio ha fatto scattare le misure di controllo agli aeroporti per persone che arrivano da Italia, Iran e Corea del Sud, oltre che dalla Cina.