Sgarbi vs Scanzi: ecco il vero motivo dietro al loro scontro sui social

Il giornalista ha rivelato in un video cosa è successo tra loro due, e come mai il critico d'arte lo sta attaccando in questi giorni

Siamo ormai abituati a vedere Vittorio Sgarbi litigare e attaccare i suoi rivali in televisione. Da qualche giorno però il suo terreno di scontro si è spostato sui social. Oggetto del suo astio è il giornalista e drammaturgo Andrea Scanzi. I due duellano da anni nei set televisivi dei programmi di opinione, ma da un paio di giorni sono arrivati ai ferri corti. Sgarbi ha infatti postato un video su Youtube in cui sfidava il giornalista ad andare ad affrontarlo in televisione. “Capra nana, ti sfido in TV e ti mangio vivo!”, aveva dichiarato.

Il motivo scatenante sembra essere una rubrica scritta da Scanzi, in cui nominava il critico d’arte.  Il giornalista, dal canto suo ha deciso di rispondere alla provocazione in un lungo post su Facebook dal titolo “Quel che resta di Sgarbi”.

La richiesta di “sfidarmi” in tivù è umanamente lecita: è il desiderio del vecchio circense, caduto in disgrazia e a fine corsa, di elemosinare l’ultimo giro”, scrive ironico Andrea Scanzi.

Ma il punto è un altro: che senso ha invitarlo ancora in tivù? Gli ascolti non li droga più dai tempi di Schillaci. Politicamente non ci ha mai capito granché (…) Porta più sfiga politica del Crisantemi della Longobarda, con cui condivide peraltro la fascinosa presenza scenica”. 

La dura replica di Sgarbi al post di Andrea Scanzi

Una provocazione che non poteva lasciare indifferente Sgarbi. “Piccolo Nano. Perché invitate Sgarbi? Io non mi sono mai posto il problema del perché invitano Scanzi. Forse perché a te non ti invitano”, attacca in un altro video. E ancora: “Io vado dove mi pare, anche in posti dove non dovrei andare. Il video con la Mussolini è stato visto da mezzo mondo. No! Tu insisti una cosa in cui sei vigliacco, la vecchiaia. Quel che resta di Sgarbi, Sgarbi vecchio. Tu non sei stato mai né giovane né vecchio. Sei un povero incapace totale!”.

Scanzi risponde a Sgarbi e svela il vero motivo dello scontro

Non si è fatta attendere la replica di Andrea Scanzi, che risponde a sua volta con un video nel quale spiega l’origine di questa querelle con il noto critico d’arte. “Vittorio, perché insisti? Io te l’avevo già detto due anni fa. Perché è lì il dramma che lui non riesce a superare. Due anni fa io lo disintegrai in televisione a Carta Bianca, ospite di Bianca Berlinguer. Lui aveva appena perso le elezioni contro Di Maio. Io glielo feci notare e gli feci un mazzo gigantesco in televisione, lui ci rimase malissimo”.

Una rabbia che continuò anche i giorni successivi, rivela ora Scanzi. “Mi scrisse messaggi di giorno e di notte, insultandomi in ogni modo immaginabile. L’ho dovuto bloccare”. Scanzi conclude con un messaggio per il suo rivale: “Ti auguro ogni fortuna Vittorio, però quando ti scegli i nemici scegliteli alla tua altezza, cioè rasoterra. Tu puoi vincere con la Mussolini, ma con me non è che perdi, neanche scendi in campo. È questa la cosa che non accetti”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.