Esposito: “Coronavirus, occhio a baby-malati cronici”

All'Adnkronos Salute ha parlato Susanna Esposito, presidente dell'Associazione mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici (Waidid) e professore ordinario di Pediatria all'università di Parma.

vaccino
vaccino coronavirus

All’Adnkronos Salute ha parlato Susanna Esposito. E’ presidente dell’Associazione mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici (Waidid) e professore ordinario di Pediatria all’università di Parma. “Dai dati pubblicati finora, le manifestazioni cliniche e l’andamento dell’infezione da nuovo coronavirus nei bambini sembrano essere meno gravi. E anche i dati di mortalità sono favorevoli. Non hanno registrato decessi in età pediatrica. Non è noto per quale motivo avvenga, ma fino a oggi è stato osservato questo“.

Le parole di Susanna Esposito

Discorso a parte vale per quel 20% di bambini che soffre di patologie croniche. in queste situazioni l’allerta deve essere elevata e il controllo molto attento. In Italia c’è una quota di bambini, pari appunto a circa il 20%, che ha una patologia cronica, come l’asma bronchiale, la fibrosi cistica, oppure una immunodepressione dovuta a cause diverse. In questi casi l’allerta sanitaria deve essere elevata. Bisogna far sì che il paziente pediatrico sia comunque ricoverato.Non è noto quale sia il rischio di complicanze in queste categorie”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.