Coronavirus, come possono difendersi i pendolari

pendolari
Foto: Pixabay

Ora che il numero delle vittime è già salito a cinque è sempre più difficile riuscire a fermare la psicosi generata dal Coronavirus. C’è chi da pochi giorni è entrato in quarantena, come sta accadendo a chi vive nelle zone in cui sono stati segnalati casi, ma anche chi ha deciso di farlo volontariamente pensando di prevenire ogni possibile contagio. Per qualcuno è comunque possibile agire in questo modo, pur senza rinunciare all’attività professionale grazie al supporto offerto dal telelavoro.

Ma per chi deve raggiungere la propria azienda allontanare la paura è piuttosto difficile, soprattutto se si ha la necessità di fare il viaggio attraverso i mezzi pubblici e quindi di venire a contatto anche con estranei, senza conoscerne il trascorso.

Come fare? È innanzitutto necessario mantenere la calma, ma alcune semplici accortezze possono rivelarsi provvidenziali.

Il consiglio del virologo

Per evitare di commettere errori ma allo stesso tempo non mettersi in allarme se non strettamente necessario è bene affidarsi alle raccomandazioni da parte degli esperti. Non tutto quello che sta accadendo deve quindi essere interpretato come qualcosa di totalmente negativo. “I tanti casi positivi riscontrati in Italia in questi giorni sono anche il segno di una buona capacità di analisi a livello sanitario – ha detto Il virologo Fabrizio Pregliasco, ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università di Milano -. La prima misura da applicare è il buonsenso di un’igiene stringente che possa prevenire l’eventuale contagio».

Ecco quindi alcuni consigli da applicare per affrontare al meglio i propri spostamenti, come indicato dal medico a Vanity Fair.

  • Evitare i contatti molto ravvicinati e faccia a faccia che potrebbero favorire la trasmissione virale per via aerea. Se possibile, può essere quindi utile muoversi non nelle ore di punta o, magari, utilizzando le tratte meno frequentate.
  • Attenzione ai colpi di tosse e agli starnuti frontali. È sempre bene coprirsi la bocca con una mano e utilizzare fazzolettini usa e getta.
  • Indossare la mascherina può servire da barriera nei contatti particolarmente ravvicinati. Resta in ogni caso una scelta personale, non obbligatoria.
  • Sedili, maniglie e corrimano possono mantenere ugualmente una certa carica virale. Toccarli per viaggiare in sicurezza è quindi quasi inevitabile, ma lo si può fare utilizzando un disinfettante per igienizzare le mani, che è bene portare sempre con sè.
  • Ricordare sempre di lavarsi le mani con una certa frequenza», utilizzando acqua calda (il virus non resiste alle alte temperature) e possibilmente con un sapone antisettico