Coronavirus, la sesta vittima: un 84enne con già altre patologie

Morto 84enne ricoverato al Giovanni XXIII di Bergamo. "Una persona anziana con altre patologie", spiega il presidente della Lombardia.

sesta vittima
Fonte foto: https://cinainitalia.com/

Sesta vittima in Italia per il coronavirus. Questa mattina la notizia della morte di un 84enne, ricoverato al Giovanni XXIII di Bergamo. “Una persona anziana con altre patologie”, spiega il presidente della Lombardia. La quinta vittima è un adulto di 88 anni di Caselle Landi, sempre in Lombardia. E’ morta, poi, agli Spedali civili di Brescia una donna di Crema che era stata trasferita ieri e risultata positiva al Coronavirus. Era una paziente oncologica e il quadro clinico era già compromesso.

Angelo Borrelli, Il Commissario per l’emergenza, nella conferenza stampa di metà mattinata aveva parlato di 219 casi complessivi accertati di coronavirus in Italia.

l numero dei contagiati e dei morti compresa la sesta vittima

Dunque, ora si registrano 168 contagiati in Lombardia, comprese le 6 vittime, 27 in Veneto. 18 in Emilia Romagna, 4 in Piemonte e 3 nel Lazio. Dei 213 positivi, 99 sono ricoverati con sintomi in ospedale, 23 sono in terapia intensiva e 91 in isolamento domiciliare.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza afferma: “È indispensabile che ci sia un solo centro di coordinamento per la gestione dell’emergenza. Che siano pienamente coinvolte tutte le regioni e con la guida del nostro coordinamento scientifico. Così sta funzionando, come dimostrano le ordinanze firmate nella giornata di ieri. Non servono scelte unilaterali di singoli territori”.

Disdetto sciopero aereo

Lo sciopero di 24 ore del trasporto aereo previsto per domani è stato differito, fa sapere la Fit Cisl. La Commissione di garanzia sugli scioperi rivolge, a causa dell’emergenza coronavirus, “Un fermo invito affinché non si effettuino astensioni collettive dal 25 febbraio al 31 marzo 2020”. Lo sciopero è rimandato al 2 aprile 2020

Magazzini dei supermercati pieni, niente paura

Nessun problema per le scorte di magazzino dei supermercati nel Lodigiano e nel Piacentino. Sono inoltre già state attivate consegne extra per rifornire i punti vendita. La vicepresidente di Confcommercio, Donatella Prampolini, dichiara che “Abbiamo riorganizzato i turni e le risorse di personale per far fronte all’emergenza anche per l’assenza obbligata dei dipendenti della ‘zona rossa'”