Coronavirus, crolla la borsa di Milano: -5% e spread in crescita

Crolla la borsa di Milano: è l'effetto del Coronavirus sull'economia. Sale lo spread, in aumento di 6 punti rispetto a venerdì scorso.

Borse
PALAZZO MEZZANOTTE BORSA PIAZZA AFFARI

Giornata difficile quella di oggi a Piazza Affari. La responsabilità è, ovviamente, della complessa situazione legata al Coronavirus nel Nord Italia. Dai dati riportati sulla pagina economica de La Stampa, l’indice Ftse Mib dopo un esordio in calo del 3,5% verso la fine della mattinata sarebbe scivolato adesso al -5%. Tutti i titoli del listino sono in rosso. 

Borsa: colpite soprattutto le banche

Particolarmente colpite dalle vendite le banche, con Unicredit in calo di oltre il 3% e Intesa Sanpaolo giù del 4,5%. Soffre anche il comparto del lusso, a poche ore dalla fine della settimana della moda, con Ferragamo che cede più del 6%.

Sale anche lo spread

Sempre secondo le analisi de La Stampa, sale anche lo spread. Lo spread viaggia ora a quota 145, in aumento di 6 punti base rispetto alla chiusura di venerdì, ma in calo rispetto ai massimi visti in apertura. In compenso vola il più classico dei “beni rifugio”, cioè l’oro che raggiunge 1.680 dollari l’oncia, in rialzo del 2,3% rispetto alla chiusura di venerdì scorso. Un segno che gli investitori sono nervosi e prevedono impatti rilevanti sull’economia da parte del Coronavirus. Il successo dei lingotti trascina, sull’Aim Confinvest, broker del settore, che segna un balzo del 10%.