Burioni: “Coronavirus come un’influenza? E’ una scemenza”

Burioni: "Coronavirus come un'influenza? E' una scemenza". La risposta è diretta alle dichiarazioni rassicuranti della direttrice del laboratorio del Sacco di Milano

Burioni: “Coronavirus come un’influenza? E’ una scemenza”. “Mai allarmismi, ma neanche si possono trattare i cittadini come bambini di cinque anni. Qualcuno, da tempo, ripete una scemenza di dimensioni gigantesche: la malattia causata dal coronavirus sarebbe poco più di un’influenza. Ebbene, questo purtroppo non è vero”. Così, dal suo sito Medicalfacts, l’immunologo Roberto Burioni replica alle parole di Maria Rita Gismondo, direttore responsabile di Macrobiologia Clinica, Virologia e Diagnostica Bioemergenze del laboratorio dell’Ospedale Sacco di Milano, luogo nel quale vengono analizzati i campioni di possibili casi di Covid-19, secondo la quale il coronavirus Covid-19 non è altro che “un’infezione appena più seria di un’influenza”.

Burioni: “Coronavirus come un’influenza? E’ una scemenza”

“In questo momento in Italia sono segnalati 132 casi confermati e 26 di questi sono in rianimazione (circa il 20%). – continua Burioni – Sono numeri che non hanno niente a che vedere con l’influenza (i casi gravi finora registrati sono circa lo 0,003% del totale). Questo ci impone di non omettere nessuno sforzo per tentare di contenere il contagio. Niente panico, ma niente bugie“. Poi, Burioni torna sull’argomento su Facebook e insiste: “Ecco i 217 morti al giorno per influenza. Ecco da dove se li è inventati. Non sono quelli per influenza, sono quelli totali in 19 città che vengono paragonati con quelli dell’anno precedente. Lei era stanca e ha sbagliato (capita, siamo tutti sotto pressione immane) ma i giornali hanno riportato senza controllare. Ci vuole maggiore attenzione”.