Violenza domestica, la figlia della vittima ringrazia i poliziotti con i suoi disegni: “grazie per aver aiutato la mia mamma”

Poche frasi, che nascondono il trauma della violenza domestica. Protagonista della vicenda una bambina di 10 anni, che ha ringraziato con i suoi disegni i poliziotti che hanno aiutato la madre a denunciare il marito violento. "Grazie - si legge - vorrei essere come voi"

“Grazie per aver aiutato la mia mamma. Siete i migliori carabinieri/poliziotti che abbia mai conosciuto. Da grande vorrei essere come voi“. Poche parole, che rivelano il dramma dietro alla violenza domestica. A scrivere queste frasi su un foglio di carta, una bambina di 10 anni, mentre la madre denunciava alla polizia le violenze subite dal marito.

Violenza domestica: i disegni per dire grazie ai poliziotti

Secondo la ricostruzione di Repubblica Torino, i genitori della bambina si sono separati da diversi anni, dopo una relazione problematica. La donna, che oggi vive con la piccola e il suo fratellino in casa dei suoi genitori, a un certo punto ha deciso di lasciare il marito. I litigi – riporta Repubblica – erano continui e qualche giorno fa la situazione è degenerata: lui è andato sotto casa di lei, senza avvertirla e ha iniziato a urlarle contro davanti ai bambini che stavano andando a scuola. L’ha picchiata: un pugno, spintoni e varie minacce. La donna ha deciso quindi di denunciarlo.

Questo pomeriggio, 17 febbraio, è andata al commissariato torinese di Mirafiori, portando i bimbi con sé. La più piccola, in sala d’attesa, dopo aver viso il libro di favole che era a disposizione, ha chiesto alla poliziotta delle matite e dei colori, con qualche foglio. Quando la mamma è uscita ha visto i disegni dei bambini. Tra questi c’erano anche i ringraziamenti ai poliziotti “che proteggono le persone”. I disegni sono poi stati regalati al commissariato.