Il ritorno di 2000 cinesi a Prato, Forza Italia: “Chiediamo al governo chiarezza”

I deputati di Forza Italia, Stefano Mugnai e Erica Mazzetti, hanno presentato al governo un question time sul ritorno di oltre 2000 cinesi in Toscana: "Vogliamo chiarezza".

Coronavirus arriva in Italia
Coronavirus

Forza Italia vuole fare chiarezza sul ritorno di 2000 cinesi a Prato. A comunicarlo oggi lo staff di Forza Italia, che riporta le dichiarazioni di Stefano Mugnai e Erica Mazzetti, deputati toscani FI. La preoccupazione riguarda il possibile contagio del Coronavirus, il virus che arriva dalla Cina e che ha creato nelle scorse settimane una psicosi diffusa anche nel nostro Paese.

“Abbiamo presentato con urgenza un apposito Question Time in Aula alla Camera dei Deputati a nostra firma, per chiedere subito notizie in merito al ritorno a Prato di circa 2000 cinesi. Vogliamo capire il Ministero della Salute come pensa di muoversi e quali precauzioni ha intenzione di prendere a tutela della salute di tutta la citta’ di Prato e non solo” hanno dichiarato i due deputati.

Forza Italia: “no al panico, ma nemmeno disattenzione”

“Preferiamo prevenire ogni rischio e conoscere le intenzioni del Governo Conte e quindi del Ministero visto che le notizie che arrivano dai media non sono complete e certe – continua la nota. La stampa locale (toscana, ndr) ci ha annunciato “Sono in corso i rientri dei cinesi andati a festeggiare il Capodanno (il 25 gennaio 2020) in Cina, alcuni dei quali sono rimasti bloccati a seguito delle misure cautelative adottate dalle autorità cinesi. Il console cinese ha parlato di 2.500 persone: 2.000 su Prato, 500 su Firenze. La comunità di Prato è, come noto, quella dove è più alta la presenza di cittadini di origine cinese, in gran parte provenienti dallo Zhejiang, quarta regione cinese interessata per numero di casi accertati: 1.162 ad oggi, con zero deceduti, mentre nello Hubei (provincia di Wuhan) i casi sono 54.400 e i morti 1.457″.

Queste notizie – dichiarano Mugnai e Mazzetti – ovviamente hanno creato preoccupazione che non deve divenire assolutamente panico, ma neanche portare alla disattenzione o ad essere troppo superficiali. Si parla di un Virus per il quale l’OMS ha dichiarato è “un’emergenza di salute pubblica di preoccupazione internazionale”  ci si trova di fronte a un “evento straordinario” che costituisce “un rischio per la salute pubblica per altri stati attraverso la diffusione internazionale della malattia” e che “richieda potenzialmente una risposta internazionale coordinata”.

“Adesso – scrivono in conclusione i deputati di Forza Italia – attendiamo risposte dal Governo, risposte urgenti come il nostro Question Time è urgente. Perchè in questo momento la politica deve essere accanto alla gente e per la gente. La Salute di ogni cittadino viene prima di ogni cosa. Noi di Forza Italia per questo ci siamo mossi immediatamente in Parlamento”.