Liquidazione Air Italy: a rischio tutti i voli dopo il 25 febbraio

Caso Air Italy: se le notizie fossero confermate, la compagnia non sarebbe in grado di garantire i voli prenotati dopo il 25 febbraio. A rischio 1200 posti di lavoro in Italia.

Air Italy. Da: Malpensa24
Air Italy. Da: Malpensa24

C’è aria di crisi tra le fila di Air Italy, la compagnia aerea nata dalle ceneri di Meridiana. Secondo le ultime notizie, i due azionisti di Air Italy, Alisarda e Qatar Airways, avrebbero deciso all’unanimità di mettere la società in liquidazione in bonis

I dettagli

Notizie sullo stato economico della compagnia circolavano da giorni. Diversi giornali riportano che proprio oggi, martedì 11 febbraio, ci sia stata un’assemblea straordinaria dei soci della compagnia per discuterne del grave stato finanziario. La situazione della compagnia era grave: i dati che circolano in rete riportano che dopo aver chiuso il 2018 con perdite per 164 milioni di euro, Air Italy aveva registrato nel 2019 perdite per oltre 200 milioni di euro.

La compagnia, non riuscendo a coprire i milioni di debiti dell’ultimo biennio, avrebbe quindi valutato l’opzione di liquidazione. Dopo giorni di incertezze, è stata rilasciata oggi una nota ufficiale, spiegando che solo i voli programmati entro il 25 febbraio 2020 verranno operati agli orari e nei giorni previsti, mentre i successivi voli saranno riprotetti o rimborsati integralmente.

Air Italy: a rischio 1200 posti di lavoro

Air Italy, con questo nome del 2018, fa capo a una società che si chiama Aqa Holding, controllata per il 51% da AliSarda, il gruppo industriale che detiene anche la maggioranza delle azioni dell’aeroporto di Olbia, e per il restante 49% da Qatar Airways, compagnia aerea del Qatar. In questi giorni la società di consulenza Alix Partner avrebbe presentato ai due soci una proposta di rilancio per il 2020, che però sarebbe stata ritenuta insostenibile. Per il sistema italiano del trasporto aereo significa la perdita di circa 1200 posti di lavoro tra Olbia, la città in cui compagnia ha sede fin dal 1963 (pur con diversi riassetti), e Milano Malpensa, sede strategica nelle tratte internazionali.  

Sindacati e governo rispondono

I sindacati hanno già annunciato uno sciopero nazionale della durata di 24 ore per il prossimo 25 febbraio. Anche il governo si muove: in corsa, la Ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha chiesto un incontro urgente con i vertici di Air Italy, invitandoli a sospendere ogni decisione in merito alla possibile liquidazione.