La lirica piange la grande soprano. È morta Mirella Freni

Stroncata da una malattia ad 84 anni. Talento straordinario, ha cantato con tutti i grandi del Novecento. Mercoledì i funerali

Mirella Freni
Mirella Freni e Luciano Pavarotti. Immagine presa dal giornale 34Emila

Modena piange Mirella Freni, la soprano è infatti deceduta nella sua casa di Modena a causa di una malattia. Mirella Freni era nota in tutto il mondo, nel 2015 il teatro alla Scala le dedicò una serata. Aveva 84 anni, ne avrebbe compiuti 85 il 27 febbraio.

La camera ardente di Mirella Freni sarà aperta lunedì e martedì dalle 8.30 alle 19.30 nella casa funeraria Terracielo Funeral a Modena. Mercoledì, il 12 febbraio, sarà possibile un ultimo saluto al teatro comunale ‘Luciano Pavarotti’ in Corso Canalgrande, dalle 10 alle 14. Si proseguirà in corteo per il Duomo di Modena, dove alle 14.30 sarà celebrata la liturgia funebre.

La vita di Mirella Freni

La sua vita e la sua carriera sono state indissolubilmente legate a quella di un altro grandissimo modenese: Luciano Pavarotti. Le madri dei due soprani erano legate da una forte amicizia. Mirella e Luciano condivisero anche la stessa balia. La Freni debuttò da giovanissima, a 19 anni, nel teatro Comunale di Modena nella Carmen di Georges Bizet.

Si sposò con il maestro Magiera e interruppe la carriera per qualche anno. A 26 anni esordì alla Scala di Milano nelle vesti  di Nannetta del Falstaff. Di lì in poi il mondo le riconobbe un talento straordinario che venne celebrato alla Scala in primis e poi in tutti i migliori teatri del mondo. Ha condiviso il palco con tutti i più grandi: Karajan e Giulini, Visconti e Jean Louis Barrault, Kleiber e Abbado, Strehler e Ronconi etc.

Il Metropolitan Opera le ha reso onore con un Gala il 15 maggio 2005 con cui ha celebrato i suoi quarant’anni di collaborazione con il teatro e i cinquant’anni di carriera. L’evento fu anche l’occasione per dare l’inatteso annuncio del suo ritiro dalle scene. Era una “Cantante illustre che si nega al divismo e alle manifestazioni enfatiche dei suoi cultori”, si legge nella biografia della scuola di canto modenese nella quale aveva lavorato a lungo, aiutando tantissime nuove voci a emergere nel mondo della lirica.

Elena Siotti
Sono Elena, ho 22 anni e frequento il terzo anno della facoltà di scienze della comunicazione presso l'Università degli Studi dell'Insubria. Poter scrivere per Ci Siamo.info rappresenta per me un grande traguardo e spero che sia il primo di tanti altri.