Azzolina: “Solo i medici decidono chi non deve tornare a scuola”

Lucia Azzolina
Lucia Azzolina

Il Ministro della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina parla in merito alla situazione degli studenti cinesi che rientreranno in Italia con un focus sulla prevenzione del contagio da coronavirus. Il ministro ha chiarito: “La questione è di competenza medica e non scolastica“. Stroncando così ogni dubbio o possibilità di replica sulla questione. Questo è un tema su cui la ministra non ha mancato di esprimersi in precedenza.

Azzolina: ” Nessun pericolo, perché ci sarà un monitoraggio quotidiano”

In un’intervista rilasciata a “La Stampa” la Azzolina ha poi voluto sottolineare che ci sarà un controllo costante della situazione. “Nessun pericolo, perché ci sarà un monitoraggio quotidiano degli studenti di ritorno dalla Cina” afferma.

Il ministro ha ribadito che ogni decisione in merito non è a discrezionalità dei dirigenti. “Non saranno i presidi o i genitori a dover decidere, quindi, se un ragazzo può entrare a scuola. Solo nel caso in cui i medici delle Asl rilevino delle controindicazioni, si può impedire la frequentazione. L‘Istituto superiore di sanità e il centro Spallanzani, insieme al ministero della Salute, hanno deciso che queste sono le massime precauzioni necessarie e io mi fido del loro lavoro. Bisogna avere fiducia nei medici italiani”.