Torino, tre sorelle si suicidano: nel 2015 il primo tentativo

Una delle tre aveva un biglietto in cui chiedeva scura e spiegava di averlo fatto dopo che le altre si erano già tolte la vita

21enne ucciso fuori da una discoteca
21enne ucciso fuori da una discoteca

I corpi di tre sorelle, tra i 55 e i 70 anni, sono stati ritrovati, ormai senza vita, tra ieri e oggi, a Carmagnola (Torino). Il rinvenimento è stato eseguito dai carabinieri di zona, dopo che avevano rilevato iniizalmente il cadavere di una di loro: la donna, che si è impiccata, aveva un biglietto in tasca in cui non solo chiedeva scusa per la decisione, ma soprattutto sottolineava di averlo fatto dopo che le altre erano arrivate a compiere il gesto.

Non si tratta però di un episodio isolato. Le tre avevano infattigià tentato di uccidersi il 20 luglio 2015 in Valtournenche (Aosta).

Il 20 luglio di quell’anno due delle sorelleerano salite sul ciglio di un muraglione nella frazione di Maen a Valtournenche, in Valle d’Aosta, dove i carabinieri erano riusciti a bloccarle. Più a valle, nelle stesse ore, la polizia locale aveva trovato la terza sorella, nell’abitacolo dell’auto collegato con i tubi di scappamento. Le tre donne, che erano state ricoverate in ospedale ad Aosta, aveva spiegato il gesto sostenendo di essere state ridotte in miseria dopo essere rimaste vittime di una truffa. Avevano una quarta sorella, morta per cause naturali due anni fa.