“Regeni, non è certo che volessero far ritrovare il corpo”

Il sostituto procuratore Sergio Colaiocco ha parlato davanti alla commissione di inchiesta sulla morte di Giulio Regeni.

Regeni, Procura Di Roma Indaga Cinque 007 Egiziani
Regeni, Procura Di Roma Indaga Cinque 007 Egiziani

Il sostituto procuratore Sergio Colaiocco ha parlato davanti alla commissione di inchiesta sulla morte di Giulio Regeni. “Non è certo che volessero fare ritrovare il corpo di Giulio. La strada dove è stato trovato è costeggiata da muraglioni alti 3 metri, per chilometri. Solo il fatto che un camioncino ha forato in quel tratto di strada ha reso possibile individuare il corpo, è stato un fatto fortuito”.

Le parole del pm su Regeni

“La rogatoria del 28 aprile 2019 prevede tre punti, il primo riguarda riscontri sul fatto che il maggiore Sharif, uno dei cinque indagati, nell’agosto 2017 fosse a Nairobi dove avrebbe fatto riferimento alle modalità del sequestro di Giulio a una persona durante un pranzo poi ascoltato da una terza. Il secondo punto riguarda, invece, l’elezione di domicilio dei cinque indagati, il terzo i tabulati telefonici. Noi -siamo ancora in attesa di risposta”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.