Coronavirus, possibile contagio tra gli italiani rimpatriati da Wuhan

Caso sospetto tra i rimpatriati da Wuhan, focolaio dell'epidemia di coronavirus. Come da protocollo è stato portato all'Istituto Spallanzani di Roma per essere monitorato.

Virus in Cina
Virus in Cina (foto repertorio Youtube)

Possibile contagio di coronavirus per un italiano rientrato da Wuhan. Tra le misure di controllo definite per i 56 italiani rimpatriati dalla zona zona di Wuhan, le analisi condotte sui tamponi hanno evidenziato questa mattina un sospetto di coronavirus 2019-nCoV. Lo riferisce il ministero della Salute.

Coronavirus, contagiato trasferito allo Spallanzani

“Sono stati decisi ulteriori accertamenti, che verranno eseguiti sul soggetto”. Ciò prevede il trasferito presso l’Istituto Spallanzani di Roma. “L’Ares 118 ha portato a termine il trasporto in biocontenimento con la Centrale operativa di Roma” afferma l’assessore alla Sanità e l’Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Dunque l’esito delle valutazioni cliniche sul connazionale giunto nel primo pomeriggio dalla Cecchignola seguirà nelle prossime ore un aggiornamento del bollettino medico”, comunica la direzione sanitaria dell’Istituto Spallanzani.

Non sono preoccupato e non lo è nemmeno mia moglie. E abbiamo anche un bambino di 6 mesi. Il volo è stato impeccabile”, ha dichiarato il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, che ha viaggiato in aereo con gli italiani in rientro dalla Cina.