Palermo, blitz antimafia sventano un piano di omicidio

Vittima sarebbe stato un giovane di Mazara del Vallo che non aveva pagato una partita di droga. In manette un boss di Balestrate

Blitz antimafia
Blitz antimafia sventa un omicidio

Blitz antimafia fra Palermo e Mazara del Vallo, un boss voleva consumare la sua vendetta per una partita di droga non pagata. La vittima era l‘acquirente di un chilo di cocaina, debitore di 45 mila euro.

Alfonso Scalici, ritenuto mafioso di Balestrate, nel cuore della provincia palermitana, progettava una punizione esemplare. I magistrati della procura distrettuale antimafia di Palermo e i carabinieri del Gruppo Monreale stanotte hanno fatto scattare un provvedimento di fermo nei confronti di due persone. Sono finiti in menette Alfonso Scalici, per associazione mafiosa, spaccio di droga, estorsione, e Maurizio Conigliaro, accusato solo di droga.

Palermo, il blitz antimafia prende il boss di Balestrate

Il progetto era già in fase avanzata. Il boss di Balestrate aveva anche reclutato un complice a Palermo e chiesto l’autorizzazione ad alcuni mafiosi del Trapanese. L’azione doveva compiersi a Mazara, dove vive la vittima predestinata.

L’indagine racconta che la partita di droga era stata venduta due anni fa, poi Scalici aveva fatto vari tentativi per recuperare la somma. Tutti inutili. Dunque ha deciso di farsi vendetta.

L’inchiesta della Dda di Palermo, condotta dai carabinieri della Compagnia di Partinico, ha svelato anche il particolare attivismo del mafioso fermato all’alba, puntava a gestire l’appalto per la nuova villa comunale di Balestrate. Nel frattempo gestiva: estorsioni, furti e altri affari di droga.

Il nuovo volto della mafia palermitana costituito da giovani rampanti pregiudicati che hanno fatto una veloce carriera nell’organizzazione mafiosa falcidiata dagli arresti. A parlare di Scalici, è stato l’ultimo pentito di mafia, Filippo Bisconti, ma già i carabinieri erano sulle sue tracce, il boss era molto attivo fra Palermo e Trapani.

Elena Siotti
Sono Elena, ho 22 anni e frequento il terzo anno della facoltà di scienze della comunicazione presso l'Università degli Studi dell'Insubria. Poter scrivere per Ci Siamo.info rappresenta per me un grande traguardo e spero che sia il primo di tanti altri.