Biella: prima la riduce in fin di vita, poi cerca di uccidersi

Violenza domestica a Biella: il marito la colpisce più volte con il ferro da stiro e poi cerca di dissanguarsi. I due sono in condizioni molto gravi.

Biella: un nuovo episodio di violenza domestica
Biella: un nuovo episodio di violenza domestica

Biella: prima la colpisce ripetutamente con il ferro da stiro, poi cerca la morte provando a dissanguarsi. Ennesimo episodio di violenza domestica oggi in Piemonte. I protagonisti della vicenda sono un uomo di 67 anni e sua moglie di 58, residenti in un appartamento di via Gorei a Biella, a pochi passi dalla questura. I due adesso si trovano adesso all’ospedale Cto di Torino, entrambi in gravi condizioni.

Biella: un nuovo caso di violenza domestica

Secondo le prime ricostruzioni, sembra che l’aggressione sia avvenuta a seguito di una lite tra i due, degenerata in violenza. L’uomo ha afferrato il ferro da stiro che la donna stava utilizzando e l’ha colpita ripetutamente, riducendola in fin di vita. Conscio del suo gesto ha poi afferrato un coltello e si è tagliato la gola e una gamba per recidere l’arteria femorale.

La donna, in gravissime condizioni, è riuscita a trascinarsi dai vicini di casa, denunciando l’accaduto. I vicini hanno quindi chiamato l’ambulanza, che ha soccorso i due coniugi. La polizia sta indagando sul movente dell’uomo e sull’origine della lite.

La notizia arriva a pochi giorni dai casi di femminicidi della scorsa settimana: 6 vittime nel giro di 7 giorni.