Coronavirus, gesto dell’Inter e di Zhang: donate 300 mila mascherine

Il gruppo Suning, proprietario della società nerazzurra, vigila attentamente la situazione della città di Wuham

Ormai da tempo l’Inter ha una proprietà cinese e non poteva quindi restare indifferente di fronte al dramma che ha colpito il Paese asiatico e non solo. Il Gruppo Suning, ormai da tempo impegnato in diverse misure di sostegno alle popolazioni colpite dall’epidemia, ha così voluto fare un nuovo gesto concreto nella speranza che questo possa aiutare chi ora è in difficoltà.

Il sostegno dell’Inter a Wuham

“Il presidente dell’Inter Steven Zhang e il club nerazzurro hanno donato 300mila maschere per uso medico a Wuhan per dare sostegno alla popolazione e alle autorità coinvolte nelle azioni di contrasto all’epidemia di coronavirus”.

“La fornitura raggiungerà la città cinese entro la prossima settimana – si legge nella nota del club – Il Gruppo Suning ha prestato supporto ai soccorsi sin dall’inizio dell’emergenza, con servizi di spedizione gratuiti e donazioni di prodotti importati dall’estero a ospedali e istituzioni locali, grazie all’impegno in particolare delle divisioni Suning International e Suning Logistics, mentre il canale di sport ed entertainment PP Sports ha aperto alla visione in chiaro i propri servizi streaming. ‘Siamo fratelli del mondo’. il Club invia i suoi migliori auguri alla citta’ di Wuhan e a tutta la Cina: siamo con voi, siate forti”.