Prato, bambini violentati nella comunità dei Discepoli dell’Annunciazione

La Procura di Prato ha aperto un’inchiesta che coinvolge 5 sacerdoti, un frate e 3 religiosi dell’ex comunità Discepoli dell’Annunciazione, soppressa dal Vaticano a dicembre scorso: avrebbero abusato sessualmente di due fratelli, minorenni affidati dai genitori alla comunità

Abusò di 10 bambini, aumenta la pena per un ex sacerdote

Sospettati di aver abusato sessualmente una coppia di fratelli minorenni. Per questo motivo la Procura di Prato ha aperto un’inchiesta che coinvolge l’ex comunità Discepoli dell’Annunciazione.

Comunità che era stata soppressa dal Vaticano nel dicembre scorso in seguito ad una visita canonica. Le presunte vittime sarebbero due fratelli, minori di 18 anni all’epoca dei fatti, affidati dai genitori alla comunità.

Potrebbero esseri anche altre vittime

Da quanto sta emergendo dalle testimonianze dei due fratelli ci sarebbero altre vittime di violenza sessuale anche la presenza di altri adulti, le cui identità sono ancora in corso di accertamento.

Chi è stato ad abusare di questi minori?

Gli episodi di violenza si sono consumati tra il 2008 e il 2016 e gli indagati sono: cinque sacerdoti, un frate e tre religiosi tra cui il fondatore del gruppo, don Giulio Gilioli, di 73 anni, prete veronese traferitosi a Prato da oltre dieci anni.

Dove si sono consumate queste violenze?

Le presunte violenze si sarebbero consumate sia nelle sedi della comunità di Prato: in via Bologna, quella di Calomini in provincia di Lucca. Stando a quanto riferito dalle vittime, considerate credibili dalla Procura.

I magistrati nel disporre una serie di accertamenti approfonditi in tutte le tre ex sedi. Non escludono a possibilità di trovare documenti cartacei e informatici, come registratori audio e video che confermerebbero gli ulteriori atti di violenza.

Perchè il Vaticano ha soppresso questa associazione?

Fondata circa una decina di anni fa, la comunità aveva raccolto diversi giovani, provenienti da varie parti del mondo, intenzionati a diventare sacerdoti religiosi.

Riconosciuta, dal punto di vista del diritto canonico, come “associazione pubblica di fedeli” nel 2010 e poi lo scorso dicembre è stata soppressa.

Come si legge in una nota del Vaticano: “Persistendo le medesime criticità acuite da un ulteriore riduzione numerica, da atteggiamenti di diffidenza e di distacco nei confronti dell’autorità diocesana e da forti perplessità sullo stile di governo del fondatore e sulla sua idoneità nel ricoprire tale ruolo, è decretato, con effetto immediato, lo scioglimento dell’associazione pubblica di fedeli Discepoli dell’Annunciazione“.

Elena Siotti
Sono Elena, ho 22 anni e frequento il terzo anno della facoltà di scienze della comunicazione presso l'Università degli Studi dell'Insubria. Poter scrivere per Ci Siamo.info rappresenta per me un grande traguardo e spero che sia il primo di tanti altri.