Kobe Bryant morto in un incidente in elicottero

Kobe Bryant è morto in un incidente in elicottero". Così si legge sul sito Tmz.com, il quale ha diffuso la notizia del decesso dell'ex stella del basket Nba.

Kobe Bryant morto
Kobe Bryant morto

“Kobe Bryant è morto in un incidente in elicottero”. Così si legge sul sito Tmz.com, il quale ha diffuso la notizia del decesso dell’ex stella del basket Nba. La tragedia sarebbe andata in scena nell’area di Calabasas, in California, nella mattinata di oggi, domenica 26 gennaio. Bryant, che di anni ne aveva appena 41, era in volo con altre 3 persone quando l’elicottero è precipitato. Ci sarebbe poi una quinta vittima, il pilota dell’elicottero.

Kobe Bryant morto in un incidente in elicottero

Come ha riportato l’agenzia di stampa Adnkronos, sul posto sono giunti subito i vigili del fuoco e i soccorritori. Purtroppo però non c’è stato nulla da fare. Kobe Bryant è morto assieme ad altre 4 vittime. Stando sempre a Tmz.com, a bordo non era presente Vanessa Bryant, moglie dell’ex cestista, né 3 delle loro figlie. Deceduta però assieme al padre la figlia Gianna Maria, 13 anni.

La notizia è stata confermata anche dalla polizia di Los Angeles. “Non ci sono superstiti”, si legge nel Tweet, rendendo noto che nessuno dei 5 passeggeri dell’elicottero è sopravvissuto all’incidente. “Evitare la zona fino a ulteriori indicazioni”, continua la polizia.

La morte del campione è arrivata lo stesso giorno in cui LeBron James lo ha superato nella classifica marcatori della storia Nba, diventando il terzo marcatore di sempre. E, poche ore prima della tragedia, Bryant si era congratulato con LeBron James: “Grande rispetto per mio fratello King James”.

L’ex campione Nba era nato a Philadelphia ma conosce molto bene il nostro Paese e la nostra lingue, dato che è cresciuto in Italia per via dell’attività del padre, a sua volta giocatore professionista.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.