Tony e Tina a Non è l’Arena: “La verità sul nostro matrimonio”

Tony Colombo e Tina Rispoli sono stati ospiti a Non è l’Arena di Massimo Giletti. Durante la trasmissione di La7 hanno parlato del loro chiacchieratissimo matrimonio.

Nozze trash a Napoli
Il cantante neomelodico Tony Colombo e Tina Rispoli, peraltro vedova del boss di camorra Gaetano Marino.

Tony Colombo e Tina Rispoli sono stati ospiti a Non è l’Arena di Massimo Giletti. Durante la trasmissione di La7 hanno parlato del loro chiacchieratissimo matrimonio.

Le parole di Tony e Tina

Ho deciso di venire qui perché da casa non ti ha seguito solo il pubblico, ma anche i nostri figli, i miei genitori. Ti hanno seguito persone che credono in noi e si sono sacrificate per noi. Credo sia giusto far sapere come stanno realmente le cose. La televisione dovrebbe raccontare ciò che accade realmente, ma non sempre è così. Non sono qui per rispondere, ma per chiarire. Dirò la verità su molte cose”. Così ha esordito Tony.

Botta e risposta

Francesco Piccinini ha fatto una bellissima fiction, ha montato una bella storia di camorra, ma non c’è un punto reale tra quelli che ha toccato“. Immediata la replica del direttore di Fanpage. “Non ci sono i permessi per l’Hummer. Piazza Plebiscito è pedonale. Possono accedere solo le auto blu“. “Per farla entrare non servono permessi. Ma lo stabiliranno i pm, non lui. La carrozza può circolare con i cavalli e dire che la carrozza ha bloccato la città è sbagliato”.

La manifestazione antimafia

Al centro delle polemiche il fatto che sia stata spostata una manifestazione antimafia per dare a loro il permesso di sposarsi. “Sono state dette un sacco di caz… in tv! Dopo di me si è sposata un’altra coppia. Sono stato male per questo, ma non è colpa mia!”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.