Ratzinger contro Bergoglio: “No ai preti sposati”

Joseph Ratzinger, il Papa emerito Benedetto XVI, è intervenuto sul tema del celibato: “Io credo che il celibato abbia un grande significato".

Ratzinger rimprovera Bergoglio
Ratzinger rimprovera Bergoglio

Joseph Ratzinger, il Papa emerito Benedetto XVI, è intervenuto sul tema del celibato: “Io credo che il celibato abbia un grande significato”. Questo è “indispensabile perché il nostro cammino verso Dio possa restare il fondamento della nostra vita”. Posizione chiara, quella di Ratzinger, in netto contrasto con quella di Papa Francesco, che a breve dovrà comunicare la sua decisione in merito ai preti sposati.

Ratzinger contro Bergoglio: “No ai preti sposati”


Benedetto XVI però è contrario: “Molte delle comunità ecclesiali del territorio amazzonico hanno enormi difficoltà di accesso all’Eucaristia. A volte ci vogliono non solo mesi, ma anche diversi anni prima che un sacerdote possa tornare in una comunità per celebrare l’Eucaristia, offrire il sacramento della riconciliazione o ungere i malati nella comunità. Apprezziamo il celibato come dono di Dio nella misura in cui questo dono permette al discepolo missionario, ordinato al presbiterato, di dedicarsi pienamente al servizio del popolo santo di Dio”.

Per questo, i padri sinodali, “considerando che la legittima diversità non nuoce alla comunione e all’unità della Chiesa, ma la manifesta e la serve, come testimonia la pluralità dei riti e delle discipline esistenti. Propongono dunque di “ordinare sacerdoti uomini idonei e riconosciuti della comunità, che abbiano un diaconato permanente fecondo e ricevano una formazione adeguata per il presbiterato”.

Sulla questione è intervenuto anche il Cardinal Ruini: “In Amazzonia, e anche in altre parti del mondo, c’è una grave carenza di sacerdoti, e le comunità cristiane rimangono spesso prive della messa. È comprensibile che vi sia una spinta a ordinare sacerdoti dei diaconi sposati, e in questo senso si è orientato a maggioranza il Sinodo. A mio parere, però, si tratta di una scelta sbagliata”.

E ancora: “Il celibato dei sacerdoti è un grande segno di dedizione totale a Dio e al servizio dei fratelli, specialmente in un contesto erotizzato come l’attuale. Rinunciarvi, sia pure eccezionalmente, sarebbe un cedimento allo spirito del mondo, che cerca sempre di penetrare nella Chiesa, e che difficilmente si arresterebbe ai casi eccezionali come l’Amazzonia. I sacerdoti sposati e le loro consorti sarebbero esposti agli effetti di questa crisi, e la loro condizione umana e spirituale non potrebbe non isentirne”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.