Libia, Renzi: “Italia spettatrice e non protagonista”

Matteo Renzi ha commentato l'attuale situazione in Libia: "L'Italia spettatrice e non protagonista nel Mediterraneo è una sconfitta per tutti".

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Matteo Renzi ha commentato l’attuale situazione in Libia: “L’Italia spettatrice e non protagonista nel Mediterraneo è una sconfitta per tutti. La politica estera di un Paese si fa con il lavoro quotidiano, durissimo, non con una photo opportunity”. Il leader di Italia Viva non ha tutti i torti. Come riporta Fanpage, infatti, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, e il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ieri hanno incontrato a palazzo Chigi il generale Khalifa Haftar. Poi avrebbero dovuto ricevere anche il primo ministro libico Fayez Al Sarraj. Tuttavia, quest’ultimo, venuto a sapere del precedente incontro, ha deciso di non fare tappa a Roma.

Renzi si dichiara preoccupato soprattutto l’atteggiamento della Turchia nel Mediterraneo. L’ex presidente del Consiglio condanna anche l’immobilismo europeo, puntando il dito sulla Turchia e sulla Russia che acquisiscono sempre più influenza nella regione.

E ancora: “Nel progressivo disimpegno americano e nel clamoroso silenzio europeo, i soggetti che stanno giocando un ruolo decisivo nell’area sono sempre più Russia e Turchia. E la cosa è inquietante soprattutto per il ruolo strategico che il Mediterraneo ha sempre avuto e sempre avrà nella politica italiana. Non solo per l’immigrazione, non solo per il petrolio, non solo per il business: l’Italia spettatrice e non protagonista nel Mediterraneo è una sconfitta per tutti. La politica estera di un Paese si fa con il lavoro quotidiano, durissimo, non con una photo opportunity”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.