Barcone con 45 migranti sparito dai radar: si teme il peggio

Un barcone carico di 45 migranti è sparito dai radar da ben 74 ore e adesso si teme per una nuova tragedia del mare. La notizia è stata resa nota da Alarm Phone.

Barcone migranti sparito dai radar
Barcone migranti sparito dai radar

Un barcone carico di 45 migranti è sparito dai radar da ben 74 ore e adesso si teme per una nuova tragedia del mare. La notizia è stata resa nota da Alarm Phone. “Abbiamo parlato con la Guardia costiera, le autorità in Libia, le organizzazioni internazionali e con il nostro testimone – spiegano -. Nessuno sa cosa sia successo a questa barca. Temiamo il peggio, ma speriamo che in qualche modo siano salvi”.

Ieri, 1 gennaio 2020, è andata in scena però anche un’altra tragedia che ha come vittima un migrante. Un uomo è caduto nei pressi del Castello di San Servolo, questo mentre tentava di attraversare il confine tra Slovenia e Italia. Il migrante è deceduto dopo essere piombato in un dirupo. Non era da solo, ma con un compagno. Quest’ultimo, come ha riportato Il Giornale, si è precipitato a Trieste allertando i soccorsi. Tuttavia ormai non c’era più nulla da fare. Il soccorso alpino ha potuto solo recuperare la salma.

“La rotta balcanica è un cammino di disperazione che troppo spesso conduce alla morte, in questo caso sotto i nostri occhi alle porte di Trieste. In attesa dei leoni da tastiera che diranno se l’è cercata o è colpa del Pd, spero si cominci a occuparsi seriamente di questo fenomeno che non gode della ribalta mediatica come il Mediterraneo”. Queste le parole della senatrice Tatjana Rojc. “Il primo migrante morto nel 2020 a pochi passi da noi interpella le coscienze ma soprattutto chiede alle istituzioni e alla politica di agire, in primo luogo sul piano internazionale e col coinvolgimento dell’Europa. Questa morte e ciò che ne è all’origine non è un affare solo italiano né italo-sloveno”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.