Banca Etruria, il padre di Maria Elena Boschi a processo

Il padre di Maria Elena Boschi entra come indagato nel processo per il crac di Banca Etruria. Insieme all'uomo vi sono altre 13 persone.

Banca Etruria, la vicenda del padre di Maria Elena Boschi
Banca Etruria, la vicenda del padre di Maria Elena Boschi (foto repertorio)

La vicenda della Banca Etruria ha visto la Procura di Arezzo propendere verso l’apertura del processo con l’accusa di bancarotta colposa. Secondo quanto riportato dall’AdnKronos emergerebbero delle presunte omissioni sul controllo delle consulenze di 14 ex dirigenti del consiglio di amministrazione dell’istituto. Tra essi vi è il padre di Maria Elena Boschi.

Banca Etruria, parte il processo

Pierluigi Boschi, insieme ad altre tredici persone, è coinvolto nella vicenda. Si tratta del primo caso in cui l’uomo va a processo per il tracollo dell’istituto finanziario. Le indagini proseguono sulle consulenze affidate alle società per scongiurare il pericolo fallimento. Il nuovo filone, però, è autonomo rispetto al processo per bancarotta che è in corso con 25 imputati. Secondo la Procura gli ex manager, insieme agli ex consiglieri di amministrazione citati a giudizio, non avrebbero vigilato sul lavoro effettivo svolto dai consulenti. Esso, quindi, si sarebbe in definitiva rivelato inutile e ripetitivo.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.