Italia-Brasile, a Fortaleza la rivincita della finale di Usa ’94

Si ritrovano in campo il prossimo 9 gennaio i protagonisti del trionfo mondiale dei verdeoro in cui gli azzurri vennero sconfitti solo ai rigori

Italia-Brasile
Franco Baresi e Roberto Baggio al termine della finale contro il Brasile a Usa '94 (Foto. Flickr)

La gioia per l’Italia campione del mondo nel 2006 a Berlino è ancora impressa nella mente e nel cuore di molti appassionati di calcio. Il Mondiale è uno degli eventi che riesca a unire il Paese e a catalizzare l’interesse anche di chi normalmente non fa normalmente il tifo per una squadra.

Molti però ricorderanno ancora bene la delusione provata nel 1994, anno in cui la nostra Nazionale era riuscita ad arrivare in finale ai Mondiali di Usa ’94, evento che aveva spinto in molti anche a sostenere il sacrificio di restare svegli fino a tardi per seguire gli azzurri a causa del fuso orario. Un gesto compiuto anche in occasione di quella gara disputata a Pasadena in cui la vittoria è sfuggira solo ai rigori.

E ora si avvicina il momento della rivincita.

Una delusione cocente

Arrivare a giocarsi una finale Mondiale rappresenta il sogno di ogni calciatore, che considera quel momento come il coronamento di una carriera, anche se c’è ovviamente sempre il desiderio di rendere il proprio palmares ancora più ricco.

Una sensazione che conoscono bene diversi campioni degli anni ’90, che hanno vestito la maglia della nostra Nazionale in occasione del torneo che si è disputato negli Stati Uniti nel 1994. Il trofeo sembrava davvero a un passo, un traguardo desiderato nel corso di un percorso che fino a quel momento sembrava quasi del tutto esente da errori, ma per poter sollevare il trofeo era necessario superare un avversario tutt’altro che semplice: il Brasile, trascinato dalla stella Romario.

I novanta minuti sono stati tiratissimi e terminati senza reti, così come i supplementari. A decidere il tutto sono stati quindi i calci di rigore. A diventare campioni furono però i verdeoro, complice un errore decisivo da parte di Roberto Baggio.

Si avvicina la rivincita

Per molti, il capitano Franco Baresi su tutti, quella sarebbe stata l’ultima occasione per provare a centrare un titolo con la maglia azzurra. Un’aspirazione rimasta purtroppo irrealizzata, nonostante un curriculum denso di successi in Italia e nel mondo con il Milan.

Ora però quei campioni avranno la possibilità di giocare nuovamente la gara, anche se ovviamente non con lo stesso premio in palio.

L’appuntamento è previsto 9 gennaio a Fortaleza, alle 21.30 locali (1.30 in Italia), come annunciato dalla Cbf, la Federcalcio brasiliana. Unica pecca l’assenza di Baggio, mentre non mancheranno giocatori che parteciparono alla spedizione statunitense: Zola, Albertini, Baresi, Apolloni, Benarrivo, Berti, Costacurta, Casiraghi, Evani, Mussi, Massaro e Tassotti i nomi citati dalla Cbf, a cui si aggiungeranno anche Braglia, Vierchowod, Schillaci, Eranio, Rossi e Panucci.

Tra i verdeoro, che saranno diretti come allora da Carlos Alberto Parreira, è confermata la presenza di Taffarel, Gilmar, Cafu, Jorginho, Marcio Santos, Aldair, Ricardo Rocha, Ronaldao, Branco, Mauro Silva, Dunga, Mazinho, Bebeto, Zinho, Paulo Sergio e Viola.