Gran Sasso, morti due scalatori e una escursionista: “Montagna insidiosa”

Tragedia sul Gran Sasso
Tragedia sul Gran Sasso

Tragedia sul Gran Sasso, dove nell’arco di poche ore sono morti due alpinisti e un’escursionista. I due scalatori sono deceduti questa mattina di giovedì 26 dicembre. La donna ieri, durante il giorno di Natale. Gli scalatori erano usciti questa mattina con una meta in mente: la vetta del Gran Sasso. Durante la salita sono però caduti perdendo la vita.

L’escursionista invece è deceduta dopo aver tentato di risalire il Corno Grande. Probabilmente è scivolata sopra una ‘placca a vento’. Stando alle prime informazioni, si trattava di un’escursionista esperta.

I corpi sono stati recuperati nel primo pomeriggio dalle squadre del Soccorso Alpino coadiuvate dell’elicottero. Come riporta Repubblica, la guida alpina Marco Iovenitti ha lanciato l’allarme: “Sette morti nell’ultimo mese sul Gran Sasso è un bilancio quasi di guerra. Significa più di un morto a settimana. In questo periodo la montagna, che è tutta ghiacciata, è al livello massimo di insidia“.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.