Ordigno a Brindisi: 54mila persone evacuate

Sono state evacuate 54mila persone per le operazioni di disinnesco di un ordigno a Brindisi: si tratta del 60% della popolazione

Sono iniziate di prima mattina le operazioni per disinnescare un ordigno bellico a Brindisi, ritrovato lo scorso 2 novembre durante gli scavi per l’ampliamento di un cinema.

L’evacuazione per l’ordigno a Brindisi

E si tratta della più grande operazione di evacuazione mai eseguita, con una zona rossa che comprende le abitazioni di 54mila persone, il 60% della popolazione locale. Le quali sono state trasferite in una zona sicura, mentre 41 varchi della città sono stati chiusi. La popolazione ha ricevuto disposizioni ben precise su come comportarsi in questa circostanza. Tapparelle abbassate e finestre aperte. E nessuno può restare nella zona rossa, a meno che la ASL non abbia certificato una grave patologia che impedisce lo spostamento. Insomma, la città, fino al termine delle operazioni, sarà immobile e deserta.

Operazioni che secondo i militari del Genio guastatori potrebbero termina intorno alle 13, dopo che avranno disinnescato la bomba attraverso un braccio meccanico.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.