Nibras, chi è la Sardina musulmana che ha insultato Salvini

Ieri, sabato 14 dicembre, è andata in scena la manifestazione delle Sardine in piazza a Roma, e sul palco c'era Nibras, una ragazza con il velo.

Nibras
Nibras

Ieri, sabato 14 dicembre, è andata in scena la manifestazione delle Sardine in piazza a Roma, e sul palco c’era Nibras, una ragazza con il velo. Si è subito fatta notare, dicendo “sono una donna, sono mussulmana e sono figlia di palestinesi”. Le sue parole sono state un chiaro riferimento alla canzone di satira che vedeva protagonista la Meloni: “Sono una donna, sono una madre, sono cristiana”.Poi Nibras ha insultato il leader della Lega Matteo Salvini definendolo “stupido e ignorante” e affermando che i leghisti “fanno pena”

Nibras, chi è veramente la sardina mussulmana che insultava Salvini

Nibras ha trovato il tempo anche per lanciare un suo messaggio, in linea con il pensiero delle Sardine. Salvini e la Meloni, secondo la donna, sono i principali responsabili del clima di odio e intolleranza che secondo lei si respira in Italia. “Diffondono odio e vogliono riportare la dittatura nel nostro Paese”. E ancora: “Non vi permetteremo di riaprire in Italia pagine nere del passato”.

Il Giornale, però, è andato a recuperare alcuni post del marito della donna. Qualche anno fa, parlando di Hamas, scriveva infatti: “Il nostro movimento della resistenza che ha combattuto e continua a combattere in Palestina (Hamas) viene considerato in Egitto come un movimento terroristico. Così come lo è per Israele. Questi atti contro la resistenza continuano a dimostrare che Gaza è l’unica nostra strada per arrivare alla libertà e dimostra che purtroppo abbiamo un nemico che è un mostro e prende ordini da Israele e America, il solito cane che prende gli ordini, al-Sisi”.

E il post si guadagna il commento di un “vip”, tale Francesco Giordano, ex terrorista rosso solo di recente tornato libero: “Unità tra i palestinesi e resistenza contro l’occupazione. Gli ebrei hanno vissuto da ospiti in Palestina“.

Il marito si difende

Il marito di Nipras però non ci sta ad essere etichettato come sostenitore del terrorismo e si difende. “È da ieri pomeriggio che io e mia moglie riceviamo provocazioni e insulti di tutti i colori, tante accuse, a cui sono anche abituato, ma questa volta hanno esagerato. Sono stato accusato di appartenere a Hamas e di sostenere il terrorismo islamico”.

E ancora: “Io sono di Hebron, una città che ha visto il peggio dell’occupazione israeliana, io non faccio altro che informazione su quello che vive il mio popolo e che viene spesso oscurato dai media, e di questo vado orgoglioso e continuerò a farlo senza timore. Però ciò non significa che faccio parte di un partito politico né sostenitore di Hamas, perché credo fortemente che chi fa informazione debba essere imparziale e oggettivo”.

Infine: “Non permetterò a nessuno di strumentalizzare ciò che faccio per colpire me e la mia famiglia. Siamo orgogliosi di ciò che siamo e andremo avanti contro ogni tipo di ingiustizia e odio”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.